Al PGL Major Antwerp, ENCE vuole conquistare il proprio posto al sole

Al PGL Major Antwerp, ENCE vuole conquistare il proprio posto al sole


Al PGL Major Antwerp, l’ENCE sta lottando per dimostrare di meritare di nuovo un posto al tavolo dei grandi dopo un periodo turbolento. Per il leader del gioco Marco ‘Snappi’ Pfeiffer, è anche l’occasione per ottenere il riconoscimento che spesso gli è sfuggito.

C’è stato un tempo in cui non era certo se gli ENCE si sarebbero mai rialzati.

La fine del loro roster finlandese di grande successo nel 2020 è stato un brutto spettacolo di lotte intestine e leadership disastrosa che si è esibito in pubblico, esponendo problemi profondi in una squadra che nel 2019 aveva raggiunto la gran finale dell’IEM Katowice Major e aveva vinto un BLAST Evento della serie Pro.

Ma a poco a poco, il nome di ENCE sta tornando alla sua precedente importanza nella scena CS:GO. Mentre il conto alla rovescia per il PGL Major Antwerp raggiunge il massimo e i fan vengono coinvolti in discussioni appassionate sulle possibilità di ciascuna squadra, l’ENCE sta emergendo come un candidato improbabile per fare una corsa profonda in Belgio.

Gli ENCE sono al quarto posto al mondo, il più alto mai raggiunto dai loro giocatori, e stanno uscendo da una serie positiva che include un’apparizione finale alla stagione 15 della ESL Pro League e una vittoria nel BLAST Premier Spring Showdown.

Gran parte del loro successo è legato alla forte collaborazione tra l’allenatore finlandese Eetu ‘sAw’ Saha, che ha preso le redini della squadra alla fine del 2020 quando ENCE si è spostato verso un progetto internazionale, e Marco ‘Snappi’ Pfeiffer, un veterano leader del gioco ancora inseguendo la storia.

Il giocatore danese, 31 anni, ricorda ancora la risposta estremamente negativa quando l’ENCE ha annunciato la sua nuova squadra nel gennaio 2021.

“Nessuno credeva davvero nella squadra”, dice Snappi a Dexerto. “Questo era abbastanza ovvio dai commenti ovunque.”

Leggere correttamente il mercato

I primi risultati di ENCE non sono stati niente di entusiasmante, ma con il passare del tempo la squadra ha iniziato a riprendersi, soprattutto dopo aver sostituito Aleksi ‘allu’ Jalli, che ha dovuto prendersi una pausa dal gioco a causa di problemi di salute mentale.

Per riempire il vuoto creato dal veterano finlandese, ENCE si è rivolto a una giovane pistola in Olek ‘hades’ Miskiewicz. L’AWPer polacco, che era stato rilasciato da Wisla Krakow, ha subito firmato un contratto a tempo indeterminato dopo aver dimostrato subito una sensazione come sostituto.

Adela Sznajder/ESL Gaming tramite ESPAT

Il capo allenatore sAw è il capo orchestratore dietro la squadra

LEGGI ANCHE :  Possibile innescare lo scandalo dell'incontro - Riot Games nega il posto in franchising del team VALORANT di G2

ENCE ha fatto girare la testa con un secondo posto all’IEM Fall, ma quello slancio è svanito rapidamente dopo uno 0-3 nel New Legends Stage del PGL Major Stockholm e un ultimo posto all’IEM Winter.

Entro la fine del 2021, era chiaro che ENCE si era stabilizzato e che era necessario un altro cambio di elenco per dare nuova vita alla squadra. Dopo aver messo in panchina Joonas ‘doto’ Forss, l’ENCE ha ingaggiato Pavle ‘Maden’ Bošković, che si era mostrato promettente durante il suo periodo con FunPlus Phoenix.

“Maden ha portato molta energia alla squadra”, afferma Snappi. La sua energia è contagiosa per l’intera squadra ed è un ragazzo molto positivo.

Tutti contribuiscono, ma se dovessi citare un interlocutore secondario della squadra, sarebbe lui. È anche un giocatore d’ingresso molto forte, non ha paura di entrare per primo”.

Il giocatore montenegrino ha dimostrato di essere un altro astuto acquisto dell’ENCE, che non si è allontanato dal loro modello di dare una possibilità di brillare ai giocatori talentuosi ma rozzi. Snappi è l’unico giocatore su ENCE che prima era stato tra i primi 10 in classifica; Maden sta suonando il suo primo Major ad Anversa, mentre hades, Lotan ‘Spinx’ Giladi e Paweł ‘dycha’ Dycha hanno debuttato a Stoccolma.

João Ferreira per PGL

Snappi ha al suo fianco un gruppo di giocatori affamati desiderosi di mettersi alla prova

Non c’è nessun segreto, insiste Snappi. Si tratta di spendere in modo intelligente e di avere un buon occhio per il talento.

“Non siamo in una posizione come FaZe, G2 o nessuna di queste altre squadre che possono ingaggiare un comprovato top 20 player”, dice. “Non possiamo scegliere quelli ovvi.

“Penso che io e sAw abbiamo fatto un buon lavoro nello scouting e nell’accordo su quali giocatori dovremmo prendere. Se sei bravo, onestamente è abbastanza facile individuare talenti che possono funzionare. Ci sono più giocatori là fuori che sono sicuro potrebbero entrare e migliorare la maggior parte delle prime 15, prime 20 squadre.

“Alcune di quelle squadre sono molto brave al momento, ma [for others] ci sono acquisti evidenti. Penso solo che molte organizzazioni e persone siano cieche”.

Un lavoro in corso

La comunità di CS:GO in generale ha iniziato a vedere ENCE sotto una luce diversa dopo il secondo posto alla ESL Pro League, ma Snappi sottolinea che la squadra aveva già mostrato alcuni segnali decenti all’IEM Katowice, il terzo torneo di Maden con la squadra. Nonostante sia arrivato ultimo, l’ENCE ha avuto rapporti stretti su tre mappe contro NAVI e Astralis.

LEGGI ANCHE :  L'ultimo aggiornamento gratuito dei contenuti di Call of Duty: Vanguard e Warzone arriverà domani

Quando arrivò l’evento della Pro League, Maden e il resto della squadra si erano stabilizzati a dovere. Avendo attenuato una marcia per suonare in modo meno aggressivo a volte, ENCE è uscito quasi illeso da un gruppo molto complicato che includeva anche FaZe, Vitality, Outsiders e FURIA. Hanno poi avuto un percorso più facile nei playoff (fnatic, Movistar Riders e NIP) prima della finale contro FaZe, che ha vinto 3-1.

Stephanie Lindgren/ESL tramite ESPAT

Snappi afferma che il secondo posto di ENCE all’EPL meritava più credito

Tuttavia, Snappi crede che la corsa della squadra non abbia avuto abbastanza credito nella scena.

“La gente ha detto che abbiamo avuto una corsa ai playoff abbastanza facile, il che è vero, ma penso che la maggior parte delle squadre sarebbe stata eliminata nel girone che avevamo”, sostiene.

“Non sarebbero nemmeno usciti dai gruppi”.

La sconfitta contro FaZe ha ricordato l’abisso di esperienza tra ENCE e alcune delle altre squadre di primo livello. È stata la prima grande finale per la maggior parte dei giocatori di ENCE, mentre i loro avversari sono stati in grado di considerarla solo un’altra partita. “Abbiamo giocato davvero male a causa dei nervi”, ammette Snappi. Due settimane dopo, hanno avuto un giorno libero contro NIP nell’RMR, che è costato loro un posto nel Legends Stage of the Major.

Questi sono i problemi che un team come ENCE deve affrontare e Snappi conosce bene il processo. È contento dei miglioramenti che il team continua a fare e mette in evidenza la profondità del pool di mappe che si dirige verso il Major. Sono pronti per qualsiasi cosa gli avversari possano lanciargli contro; il resto verrà solo con l’esperienza.

Dimostrando il suo valore come IGL

Sette mesi dopo, ENCE si ritrova in un altro Major, questa volta come la squadra con il punteggio più alto nella Challengers Stage. (A Stoccolma, quando erano n.10 al mondo, Heroic e Astralis erano in testa alla classifica.) Sarà impossibile per ENCE ora volare sotto il radar, ma Snappi non pensa che tutta questa attenzione renderà avversari più diffidenti nei confronti della sua squadra.

“Penso che le persone ci stessero già guardando e sapessero che eravamo una squadra spaventosa”, dice. “Quindi non credo sia cambiato nulla sotto questo aspetto. Sono più nervoso per il fatto che potenzialmente non stiamo portando il nostro slancio”.

LEGGI ANCHE :  La prossima generazione: 8 dei migliori debuttanti e debuttanti ai Mondiali 2022

Snappi dice che è una coincidenza, più che il design, che gli ENCE siano così in cima alla classifica alla vigilia di un Major. Non ha fissato obiettivi per il torneo, ma è fiducioso che la squadra possa raggiungere i playoff. Ciò consentirebbe ai suoi compagni di squadra di spuntare un’altra casella poiché devono ancora giocare davanti al pubblico.

La caratteristica migliore di ENCE è il loro gruppo di giocatori forte e coeso senza una stella che cattura tutta l’attenzione. Tutti stanno attraversando lo stesso processo e imparano insieme, anche Snappi stesso. Nonostante tutta la sua esperienza (ha iniziato a giocare in modo competitivo nel 2008), questo è solo il suo terzo Major e guidare una squadra in grado di contendersi i titoli più importanti è ancora una piccola novità per lui.

Come la storia di ENCE, la traiettoria di Snappi nel gioco non è una linea retta verso l’alto, ma un mix di alti e bassi. Per questo motivo, la percezione della comunità del suo valore come leader in-game è oscillata nel corso degli anni. Questo pone la domanda: merita più riconoscimento?

“Quando ho iniziato a guidare in Heroic, ho ricevuto molti riconoscimenti che forse non erano meritati perché era la prima volta che lo facevo e non ero molto sviluppato come leader nel gioco”, dice. “Poi sono andato a OpTic e penso di aver ricevuto molte critiche che non meritavo. La gente si aspettava che raggiungessimo i primi cinque, ma secondo me il materiale dei giocatori non c’era.

“Da allora, penso di essere stato sottovalutato. Con questa squadra, penso che le persone mi stiano riconoscendo di nuovo. Ci sono stati momenti in cui sono stato sopravvalutato e momenti in cui sono stato sottovalutato.

“Ho perso alcune opportunità a causa dell’età e delle persone che credevano che fossi obsoleto o qualcosa del genere. Quindi sono felice di dimostrare che si sbagliavano. Continuerò a farlo per un po’ di tempo.

“Vincere un trofeo di primo livello su LAN è qualcosa che mi sforzo di ottenere, e questa è la prima volta nella mia carriera che ho davvero una possibilità di farlo”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.