Eintracht Spandau top-laner Pride on his chances at EU Masters, comparing Prime League to NLC – and the best moment of his League of Legends esports career so far

Eintracht Spandau top-laner Pride on his chances at EU Masters, comparing Prime League to NLC – and the best moment of his League of Legends esports career so far


L’Eintracht Spandau, una nuova organizzazione che entrerà a far parte della DACH Prime League questa primavera, ha recentemente fatto girare molte teste nelle League of Legends European Regional Leagues (ERL). Fondati dallo streamer Maximilian ‘HandofBlod’ Knabe, hanno portato un afflusso di tifosi in Prime Leagueha ottenuto un secondo posto e si è qualificato per i Master europei, dove attualmente sono 1-2 nel Gruppo A.
Il loro top-laner svizzero Mahdi ‘Pride’ Nasserzadeh è un nome familiare agli spettatori di UK/Nordics NLC dai suoi tempi con Fnatic Rising, dove ha raggiunto le finali dell’Estate 2021 EU Masters oltre a vincere diversi titoli regionali. Pride si è seduto con Megalodontus per parlare del suo viaggio fino ad ora e alcune riflessioni sugli EU Masters.

Grazie per aver accettato questa intervista. Prendiamolo dall’alto, hai terminato la tua stagione con l’Eintracht Spandau e anche se non hai vinto la Prime League, sei comunque arrivato alle finali e agli EU Masters. Quali sono le tue riflessioni sulla tua prima stagione con loro dopo un inizio difficile, una corsa miracolosa, un secondo posto?

LEGGI ANCHE :  Bad News Eagles ha deciso di separarsi dall'allenatore di CS: GO tra le voci di un vincitore maggiore in arrivo

Grazie. Come hai detto, abbiamo avuto un inizio molto difficile e siamo partiti 0-4. Abbiamo anche avuto un periodo difficile dietro le quinte in termini di scrim e cose del genere. Quindi direi che, tutto sommato, il secondo posto è ancora un miracolo. Ovviamente ci sarebbe piaciuto vincere la finale. Siamo stati in qualche modo calpestati, il che fa sempre male, giusto? Ma penso che nel complesso siamo riusciti ad arrivare alla fase a gironi degli EU Masters ed è questo che conta davvero.

Penso che abbiamo dimostrato che anche noi possiamo migliorare molto in un breve lasso di tempo. In realtà ho molta fiducia e speranza nella mia squadra che possiamo davvero arrivare molto lontano negli EU Masters.

LEGGI ANCHE :  4 motivi per cui il numero di giocatori simultanei è diminuito dal 2016 al 2022

Parleremo sicuramente degli EU Masters un po’ più avanti. Inizialmente, cosa ti ha attratto dell’Eintracht Spandau? So che è di proprietà dello streamer HandofBlood, ma cosa ti ha portato al progetto dopo il tuo tempo in Fnatic Rising?

Gli eSport sono su tutta la bolla di Twitter, giusto? Ho appena fatto un tweet LFT (cerca squadra) e Kevin [Westphal], team manager, mi ha mandato un messaggio. Ho fatto delle prove e abbiamo parlato dei termini e delle cose, e sono stato davvero ispirato dal progetto. Posso davvero dire che quando trasmetto in streaming, ad esempio, ho molti più spettatori rispetto al passato.

La parte di costruzione del marchio di questo progetto è anche una delle cose che mi ha coinvolto, direi. Ero anche in Fnatic, un’altra organizzazione di grandi nomi, ma non hanno fatto molto per il mio marchio e mi sentivo un po’ indietro in termini di marchio rispetto ad altri giocatori. Quindi quello era il mio obiettivo principale. Ma ovviamente conoscevo anche il roster, gli allenatori e la casa da gioco stessa. Quindi, nel complesso, è solo un ottimo progetto.

A proposito di Fnatic, sei stato con loro per quasi due anni e hai vinto parecchio con loro. Com’è stata la tua esperienza da Fnatic a Eintracht Spandau, insieme ai suoi fan molto accesi e accesi sui social media?

Sì, penso che sia davvero fantastico! Penso che sia incredibile quanto siano davvero solidali i fan. Abbiamo iniziato da 0 a 4, e ho letto ogni commento, tutti i messaggi di discordia e cose del genere, e non c’era un separare commento negativo. È davvero pazzesco. Se sei TSM per esempio, e vai 0-4, probabilmente verrai infiammato molto, molto duro! Ma non siamo stati affatto infiammati e i fan sono super solidali.

Anche dopo aver perso 0-3 contro GamerLegion in finale, abbiamo incontrato i fan nella vita reale ed è stata un’esperienza davvero fantastica. Non me lo sarei mai aspettato. In Fnatic, non era neanche lontanamente così, quindi è davvero fantastico.

“Mi piacerebbe moltissimo avere una seconda possibilità per battere KCorp. Ero così vicino a vincere un Master Europeo, quindi questo è il mio obiettivo numero uno. Voglio solo essere orgoglioso di come ho giocato quando guardo indietro alle partite. Voglio dire, dopotutto il mio nome è ‘Pride’!”

Nella stagione regolare della Prime League, eri l’MVP e il top laner All-Pro. Come pensi che la tua carriera e il tuo stile di gioco siano cambiati dai tempi di Fnatic Rising? Come vedi i tuoi progressi da giocatore?

Se mi paragono ai miei primi giorni in Fnatic Rising, quella è stata la prima vera squadra di professionisti in cui ho fatto parte. Prima di allora, era più un hobby in cui giocavo anche per PF Helix, una squadra svizzera.

Dal punto di vista del giocatore, direi che probabilmente ero il peggior giocatore sulla carta al momento in cui mi sono unito, quindi sono stato in grado di assorbire molte informazioni e semplicemente acquisire conoscenze dai miei compagni di squadra. Ero circondato da giocatori come xMatty, Dan e MagiFelix, che alla fine sono passati a LEC più tardi ad un certo punto.

Penso di essere stato molto fortunato con quel roster perché sono riuscito a imparare molto.

Cosa hai portato all’Eintracht Spandau per permetterti di diventare il giocatore che sei ora?

Direi che sono un giocatore molto a prova di ribaltamento. Siamo andati 0-4, abbiamo avuto scrim davvero orribili e penso che altre persone avrebbero forse iniziato a perdere la fede o la speranza, e forse anche andare in una spirale negativa di negatività, ma sono sempre stato molto positivo. Quando eravamo 0-4, in un’intervista ho detto che ci riprenderemo e faremo una corsa miracolosa!

Guardando indietro, penso di averlo imparato principalmente durante il mio periodo in Fnatic in realtà. Penso che tutti i giocatori siano stati super positivi e non ci siamo mai arresi e, sì, penso che sia l’attributo principale che ho preso dal mio tempo lì. Ma nel gioco vero e proprio, ovviamente, ho preso molte cose anche in termini di macro/micro, conoscenza del matchup, come interpretare il mio ruolo e così via.

Hai qualche bel ricordo di quando hai giocato con i Fnatic Rising?

Sì, penso che il mio preferito sia stato quando abbiamo rovesciato BT Excel nella finale dell’UKLC! Fatto divertente, è stato giocare contro Special, che ora è anche il mio mid-laner. Ma sì, siamo sotto 0-2 nelle Gran Finali dell’UKLC contro di loro e in qualche modo siamo riusciti a ribaltarlo. Probabilmente è stato anche il momento migliore della mia carriera, quindi almeno se ripenso al momento, sono stato molto felice e molto orgoglioso di come abbiamo ottenuto lo sweep inverso.

Stai ancora al passo con la NLC? Cosa ne pensi quest’anno?

Non sto davvero al passo con questo, ma ho visto un po’ delle finali NLC con la vittoria di X7 Esports. Abbiamo anche lottato contro X7. Penso che l’NLC nel suo insieme sia probabilmente… debole come la Prime League, direi.

Ma penso che gli X7 siano un gradino sopra gli altri, sono sicuramente un avversario molto forte. Penso che probabilmente saranno sottovalutati, il che è positivo per loro. L’NLC dovrebbe fare abbastanza decentemente in questo Master dell’UE.

Va bene, su EU Masters. Con l’Eintracht Spandau sull’1-2 e la possibilità di uscire dai gironi, quali sono state le tue impressioni sul gruppo e sulle prestazioni finora?

Anche se un inizio 1-2 ovviamente non è l’ideale, penso che abbiamo dimostrato di avere le carte in regola per vincere contro qualsiasi squadra qui all’EUM. In ogni partita siamo riusciti a ottenere un vantaggio nelle prime fasi e se riusciamo a farne una palla di neve migliore e chiudere le partite in modo convincente, saremo una squadra molto spaventosa.

“Penso che gli X7 siano un gradino sopra gli altri [in the NLC], sono sicuramente un avversario molto forte. Penso che probabilmente saranno sottovalutati, il che è positivo per loro. L’NLC dovrebbe fare abbastanza decentemente in questo Master europeo”.

In precedenza hai parlato del fatto che l’NLC è debole quanto la Prime League. Quali sono i tuoi pensieri sulle squadre che vedi negli EU Masters in generale, o almeno nelle altre regioni, rispetto alla Prime League in questo momento?

Direi che la LFL francese è ovviamente al vertice, penso che sia come un consenso generale, e con la Superliga spagnola LVP che è al secondo posto. Penso che entrambi questi campionati si siano evoluti per diventare come un mini LEC, in pratica. Hanno molti giocatori molto bravi e anche molti giocatori costosi.

Penso che quei due campionati si siano sviluppati molto e anche in termini di spettatori e cose del genere. È qualcosa con cui la Prime League ha fatto molto bene quest’anno, con l’Eintracht Spandau, ma siamo ancora un po’ indietro rispetto alle altre grandi regioni.

Ci sono squadre che stai tenendo d’occhio?

Penso che LDLC OL sarà uno dei preferiti per vincere l’intero torneo, così come Fnatic Academy o Fnatic TQ ora come sono conosciuti. Naturalmente ho anche una rivalità personale contro di loro. Rhuckz, Bean e Maxi sono i miei ex compagni di squadra, quindi è come una rivalità tra noi. Spero sinceramente di avere la possibilità di affrontarli.

Che ne dici di affrontare Karmine Corp, visto che li hai affrontati in finale l’estate scorsa con i Fnatic Rising e hai perso 3-2. Speri di incontrarli di nuovo, vendicarli e mostrare loro che sei il migliore “team di streamer”?

Mi piacerebbe moltissimo avere una seconda possibilità per battere la KCorp. Abbiamo perso contro di loro ed era abbastanza vicino. Ma penso che ora siano un po’ diversi e non siano così forti come una volta, per qualsiasi motivo. Non so perché, perché non li abbiamo davvero scrimmed o altro, quindi non posso davvero dirlo.

Sarà comunque bello vendicarsi contro di loro ed è sempre divertente giocare contro i KCorp, perché hanno anche una base di fan incredibilmente solidale. Sarà come i tifosi tedeschi contro i tifosi francesi, e penso che sarebbe bello anche per gli spettatori.

Prima di concludere, ora che hai avuto una stagione così forte all’Eintracht Spandau, quali sono i tuoi obiettivi personali da giocatore?

Ero così vicino a vincere i Master europei, quindi il mio obiettivo numero uno è vincere i Master europei. Ma ho un sacco di obiettivi individuali o obiettivi più piccoli. Voglio solo essere il tipo di giocatore su cui tutti possono fare affidamento e che avrà anche i suoi momenti pop-off. Questa è la mentalità con cui entrerò sempre nei giochi.

Voglio solo essere orgoglioso quando guardo indietro alle partite e a come ho giocato. Voglio dire, il mio nome è “Pride” dopo tutto!

Che dire di “LEC Pride” nel prossimo futuro?

So di aver detto che vincere un EU Master è come l’obiettivo finale, ma in realtà il LEC è l’obiettivo finale. Riuscire ad arrivare alla LEC è il mio più grande obiettivo.

“Penso che sia incredibile quanto siano davvero solidali i fan degli Spandau. Abbiamo iniziato da 0 a 4, e ho letto ogni commento, tutti i messaggi di discordia e cose del genere, e non c’era un solo commento negativo. È davvero pazzesco. Ad esempio, se sei TSM e vai 0-4, probabilmente verrai infiammato molto, molto duramente! Ma non siamo stati affatto infiammati e i fan sono super solidali”.

Abbastanza giusto, speriamo di vederti lì un giorno! Siamo giunti alla fine dell’intervista. Hai qualche idea finale o hai qualche ringraziamento che vorresti dare?

Non troppo. Grida ai nostri sponsor, ovviamente. Inoltre, un grande, grande, grande un saluto ai fan! Come ho già detto, è incredibile quanto tutti i fan siano di supporto. Quindi voglio solo assicurarmi che tutti lo sappiano e che sono molto grato per il loro supporto.


Pride ed Eintracht Spandau giocheranno il secondo round della loro campagna EU Masters domenica 24 aprile 2022. Puoi vederli sul canale Twitch di EU Masters.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *