ESL One Stockholm Meta Recap – DOTABUFF

ESL One Stockholm Meta Recap – DOTABUFF


Ogni Major porta alla ribalta nuovi eroi e strategie e l’ESL One Stockholm non ha fatto eccezione. Oggi vorremmo dare un’occhiata all’istantanea del meta e vedere quali eroi stanno andando eccezionalmente bene e quali sono sottoperformanti.

Cavaliere del caos Chaos Knight: 48 partite, 56,25% di vittorie

Un plettro flessibile ad alto danno fisico da scoppio che può essere un opprimente offflaner e un potente carry a fine partita, pur mantenendo il ritmo con la maggior parte dei medi? Sì, Chaos Knight è così buono e molto probabilmente riceverà alcuni pesanti nerf nella patch post-Major.

Non c’è molto da dire altrimenti: l’eroe ha semplicemente ottime statistiche e un tempo eccezionale, che lo rendono una scelta solida e praticabile. Forse i cambiamenti nella giungla nelle patch successive potrebbero domare l’eroe senza nerfarlo direttamente: starà peggio rispetto ad altri carry nel gioco e potrebbe essere scalzato da buone giocate economiche.

Pugna Pugna: 43 partite, 58,14% di vittorie

Posizione cinque Pugna non è più qualcosa di oscuro. È uno dei più grandi meta trendsetter con il più sottile, non immediatamente evidente, massiccio impatto di combattimenti a squadre. Nether Ward è stupido. Nether Ward accoppiato con Wraith Pact è rotto.

Ci sono modi per aggirarlo e BKB contrasta completamente i principi sottostanti. Inoltre, la mitigazione del danno cumulativo o, in questo caso, la riduzione dell’output del danno nemico non è un concetto nuovo: OG lo ha fatto nel 2018. È solo la prima volta che questa strategia è disponibile a un prezzo così basso che un singolo supporto può permettersela.

Spirito tempestoso Storm Spirit: 35 partite, percentuale di vittorie del 54,29%.

Nether Pact potrebbe essere così efficace da essere considerato rotto, ma il Talisman Null accumulato su Storm assomiglia un po’ alla svista del design del gioco. È molto sbagliato che un eroe con un patrimonio netto di ~6,5k a 25 minuti possa avere un impatto centrale completo sulla corsia centrale sul gioco. Puoi spegnere Storm in corsia, puoi ucciderlo ripetutamente e semplicemente non gli importa: una volta colpito il minuto 25 sarà efficace.

Non stiamo dicendo che l’eroe sia completamente distrutto, è solo che nessun altro eroe nel gioco, specialmente tra i core della corsia centrale, si preoccupa così poco di ciò che sta accadendo alla propria economia. Cinque Null e BKB e puoi uccidere quasi tutti i supporti nel gioco, possibilmente entrambi i supporti nemici. Quattro Null, BKB e Linken se è necessario regolare. E poi acquisti o consumi uno Scettro di Aghanim e all’improvviso diventi un eroe di combattimento a squadre. Follia.

LEGGI ANCHE :  Riepilogo del giorno 4 delle finali autunnali BLAST 2022

Marte Marte: 57 partite. Tasso di vincita del 42,11%.

Ogni volta che scriviamo un meta recap di un torneo importante e arriviamo a questa sezione, Mars è lì per salutarci con il suo grande, bellissimo, sopravvalutato sorriso. L’eroe non è bravo, non è stato statisticamente bravo per più di un anno. Eppure continua a essere scelto.

Le contro-argomentazioni che abbiamo sentito includono che Marte è un comodo eroe scelto per la prima fase, quindi naturalmente viene contrastato. Anche l’intera sezione precedente di meta graffette è composta da eroi di prima scelta. Anche Storm ha una percentuale di vittorie del 55% circa, nonostante EG abbia fatto del suo meglio.

C’è anche “puoi lanciare il nemico verso la tua squadra per un’iniziazione di interruzione per impedire i salvataggi”. Questo è fondamentalmente l’equivalente del giocatore professionista di “Giocherò a Pudge e atterrerò tutti gli hook, quindi otteniamo sempre una buona iniziazione”. Può teoricamente accadere. Non lo fa mai.

Non stiamo dicendo che Marte sia un cattivo eroe. Ha meccaniche davvero uniche per la prevenzione dei danni che saranno sempre buone in alcuni matchup. È solo che non è in una posizione molto buona in questo momento e non è stato lì per un po’. Forse lasciare che l’eroe si riposi e si ricarichi un po’?

Grimstroke Grimstroke: 44 partite, 40,91% di percentuale di vittorie

Il massimo di Grimstroke è buono solo quanto il più grande incantesimo con cui la tua squadra lo sta abbinando. Certo, nel corso degli anni lo stile di gioco dell’eroe si è sviluppato in modo abbastanza significativo e ha uno dei migliori frammenti del gioco, ma non è abbastanza, a quanto pare.

Il problema con Grimstroke è come telegrafare tutto ciò che fa. L’abbraccio del fantasma impiega anni per raggiungere l’obiettivo. Ink Swell, anche dopo i buff, è difficile da sfruttare appieno. Anche Soul Bind in genere lascia un po’ di spazio per il controgioco, poiché in realtà non fa molto da solo.

Non stiamo sostenendo i buff di Grimstroke e onestamente pensiamo che Grimstroke possa essere un eroe molto forte, ma solo con i compagni di squadra giusti che traggono vantaggio dal suo kit. Ci sono migliori supporti “general purpose” nel gioco altrimenti.

LEGGI ANCHE :  Styling in Meta: Riki Carry - DOTABUFF

Tiny è stato capito, a quanto pare. L’eroe ha ricevuto alcuni nerf tanto necessari in 7.31c e, insieme a quanto tutti fossero preparati per Tiny, l’eroe non è mai decollato. Ha ancora una delle velocità di coltivazione più alte del gioco e un ottimo ridimensionamento, ma semplicemente non è abbastanza. Soprattutto quando si affrontano ritmi più alti e eroi in scala simile.

Forse anche l’eroe soffre troppo di Wraith Pact. Essendo in mischia senza mobilità, il suo utilizzo di BKB deve essere puntuale ogni volta, ma Wraith Pact contrasta direttamente lo stile di gioco principale di Tiny: non può far saltare in aria gli eroi sotto l’effetto di questa fastidiosa aura. Se non può iniziare una rissa con un rapido e immediato ritiro, è già in svantaggio.

Sottosignore Underlord: 16 partite, percentuale di vincita del 75%.

Underlord è pensato come questo noioso eroe da scegliere quando vuoi solo rilassarti nell’offflane. Per la maggior parte questa è una valutazione corretta per il gioco da pub. Nella scena professionale, invece, le cose sono un po’ diverse.

Due parole: mobilità globale. Queste due parole sono in genere sufficienti per convincere qualsiasi giocatore professionista a dare almeno una possibilità all’eroe. Underlord ha colto l’occasione e ha mostrato a tutti quanto può essere potente.

Tra effetti di root davvero fastidiosi e una notevole quantità di danni basati sulla percentuale, Underlord è già piuttosto eccezionale nelle parti successive del gioco. Se abbinato alla sua aura di mitigazione del danno, al potenziale Wraith Pact e alla riduzione del danno derivante dall’uso del Fiend’s Gate, ottieni un eroe che non è solo tanky lui stesso, ma può anche fornire molti EHP alla sua squadra, senza effettivamente fare nulla di appariscente.

Windranger Windranger: 16 partite, 81,25% di percentuale di vittorie

Questo è per lo più giusto OG.CebOG.Ceb vibrando con la sua giovane squadra, ma se l’eroe è abbastanza bravo da vincere un Major, forse è davvero un buon eroe dopo tutto? Sinceramente non lo sappiamo: da un lato Windranger è ancora un potenziale stordimento di circa 4 secondi su due bersagli, il che è selvaggio.

LEGGI ANCHE :  Faker firma nuovamente con T1 per altri tre anni

Ottiene anche Gale Force per 1400 monete d’oro e, sebbene l’effetto non sia facile da analizzare dal punto di vista strettamente numerico, riteniamo che sia uno dei migliori frammenti del gioco. Il riposizionamento è sempre un errore di basso profilo.

D’altra parte, a meno che non si mettano a segno quei Shackleshots e a meno che non si sappia come abusare di Gale Force, ciò che si ottiene è un danno relativamente basso, una manutenzione elevata, un supporto inaffidabile con quasi nessuna giocata quando si gioca da dietro.

Battitore Batrider: 12 partite, 75% di percentuale di vittorie

Una lunga serie di buff in diverse patch ha reso Batrdier un eroe molto valido che nessuno gioca per qualche motivo. Una disabilitazione BKB-piercing che forza più o meno l’acquisto di un Linken. Forte presenza in corsia nella maggioranza assoluta degli abbinamenti in corsia centrale o fuori corsia. Elevata velocità di coltivazione anche nella nuova giungla e un discreto ridimensionamento a fine partita. Non sappiamo cosa non amare.

Forse i buff di Linken sono uno dei fattori per cui l’eroe non è così popolare. Linken è tutt’altro che uno slot morto in questo momento. Potrebbe non essere l’oggetto più conveniente del gioco, ma non è più inutile: le statistiche che fornisce sono ok e il Blocco incantesimo con un tempo di recupero di 12 secondi significa che ti dà un vantaggio due o anche tre volte in una singola combattimento.

Riteniamo che se Batrider non cambierà in modo significativo nella prossima patch, potrebbe diventare uno degli eroi più quotati. In questo momento si sente decisamente sottoesplorato e sottoutilizzato.

Sembra che la meta sia finalmente cambiata rispetto alla patch precedente. Una delle maggiori critiche a 7.31 è che non è cambiato abbastanza nel gioco per avere un impatto importante sul meta. Tuttavia, siamo noi che ci sbagliavamo: i cambiamenti erano semplicemente un po’ troppo sottili e richiedevano un po’ di tempo per essere digeriti e reagire.

Andando avanti ci aspettiamo ancora alcune modifiche al gioco, nonostante apparentemente ci sia molto da esplorare in 7.31. Si tratta principalmente di alcune discutibili scelte di progettazione del gioco, come Null-Storm, ma ci piacerebbe anche vedere sia gli ultimi eroi aggiunti alla modalità Capitano sia alcuni potenziamenti per dieci eroi ignorati.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *