Galactic Civilizations 4 mostra che Stellaris ha cambiato per sempre la strategia spaziale

Galactic Civilizations 4 mostra che Stellaris ha cambiato per sempre la strategia spaziale


– Annuncio –

Nella nostra recensione della quarta puntata della serie Galactic Civilizations, cerchiamo punti di vendita unici e scopriamo che alcuni giorni sono passati.

È un po’ una coincidenza che il nostro podcast presentatore Michael Graf sia entusiasta di Master of Orion 2 nell’attuale episodio “What do you play” e riferisca che gli piace ancora suonare il classico dopo così tanti anni – e lo preferisce ai titoli più recenti.

Perché in fondo questa potrebbe anche essere l’introduzione alla prova di Galactic Civilizations 4, che ha sicuramente delle qualità, ma fornisce pochi motivi per amarlo.

Strategia di svolta classica 4X nello spazio

Galactic Civilization 4 è una strategia di svolta 4X propriamente classica nello spazio. Il classico non è un elogio in questo caso, ne parleremo più avanti. Inizi con un pianeta, una sonda esplorativa, una nave esplorativa e, a seconda della specie, una nave colonia.

Di seguito esplorerai lo spazio intorno a te, colonizzerai più pianeti, costruirai stazioni spaziali per estrarre risorse strategiche ed espandi la tua sfera di influenza. Durante l’esplorazione troverai mostri spaziali, pirati spaziali, fazioni opposte e piccole anomalie su cui la tua nave di ricerca potrà indagare. Quindi è tutto un po’ come Stellaris.

Nascosti dietro le anomalie ci sono brevi eventi che ti fanno guadagnare piccoli bonus (come esperienza per la nave, poche risorse o un’astronave gratuita) e sono accompagnati da brevi testi. Come la maggior parte dei sistemi che appaiono anche in Stellaris, gli eventi non possono eguagliare l’epopea fantascientifica di Paradox Interactive nella loro completezza e qualità.

Gestisci, negozi e fai guerre

Invii anche droni per estrarre minerali sugli asteroidi e gestire i tuoi mondi centrali. Quando nomini un governatore in una colonia, sblocchi il menu di costruzione del pianeta e puoi erigervi edifici o strutture uniche. La dimensione del pianeta determina il numero di campi coltivabili. I campi e gli edifici a loro volta hanno bonus di quartiere, in modo che con un posizionamento intelligente puoi ottenere il massimo dalla ricerca, dal reddito, dall’agricoltura, dalla produzione o dalla soddisfazione.

(La ricerca consiste in una selezione casuale di opzioni, proprio come in Stellaris.)
(La ricerca consiste in una selezione casuale di opzioni, proprio come in Stellaris.)

Prima o poi incontrerai altri imperi dell’IA. A seconda dell’ambientazione, le gare si diffondono su uno o più bobble di galassie rotonde collegate da rotte iperspaziali. L’interazione con l’IA è generalmente semplice. Puoi scambiare risorse strategiche o effettuare ricerche, stabilire rotte commerciali verso pianeti stranieri e dichiarare guerre. Tuttavia, non dovresti aspettarti un sistema diplomatico davvero profondo.

(La diplomazia ricorda Civilization ed è nel complesso altrettanto inutile.)
(La diplomazia ricorda Civilization ed è nel complesso altrettanto inutile.)

La guerra a volte è fastidiosa

Una volta che ti trovi in ​​​​una guerra, entrano in gioco due particolarità di Galactic Civilizations 4: da un lato, a differenza di Stellaris, ti è permesso volare liberamente nello spazio, lontano dalle meccaniche familiari di Starlanes. Da un lato, questo crea una buona sensazione di libertà, ma rende anche fastidiose le guerre. Le flotte nemiche volano selvaggiamente e in modo imprevedibile attraverso il tuo spazio, attaccando stazioni spaziali e pianeti qua e là. Tenere d’occhio tutto questo e respingerlo a volte è un lavoro noioso.

La battaglia per i pianeti, invece, è abbastanza semplice. Lasci semplicemente che la tua flotta metta d’assedio un mondo per alcuni round ed è tuo. Solo su pianeti particolarmente grandi è necessario il supporto delle truppe sotto forma di nave da trasporto (che deve essere prima sbloccata attraverso la ricerca).

(Le battaglie non sono spettacolari. Non hai alcuna influenza sugli eventi immediati.)
(Le battaglie non sono spettacolari. Non hai alcuna influenza sugli eventi immediati.)

I pianeti possono anche cambiare lato se la tua influenza in quell’area della galassia diventa troppo grande. A questo scopo, il gioco supporta una simulazione dinamica del confine. Quindi puoi anche espandere il tuo territorio indirettamente in Galactic Civilizations 4.

Tuttavia, i fattori di influenza sono mantenuti alquanto nebulosi, anche a causa della mancanza di un tutorial. Le meccaniche di base sono più o meno autoesplicative, quindi le avrete comprese dopo una prima partita, ma i dettagli rimangono sottospiegati.

Il sistema di combattimento lo rende facile per il lato superiore

E quindi anche a noi non sono sempre chiare le esatte relazioni economiche. Il che è relativamente irrilevante, tuttavia, perché non c’è un grande bisogno di perfezione. Almeno al livello di difficoltà normale, l’IA agisce in modo troppo confuso perché ci sia un pericolo reale. Tuttavia, se entri in una guerra completamente impreparato, finirai comunque nei guai.

Il sistema di combattimento di Galactic Civilizations 4 può essere giustamente ridotto a “tutto o niente”. Puoi unire più navi in ​​una flotta, cosa urgente perché altrimenti la potenza di fuoco non è sufficiente per toccare anche gli avversari più forti. Dal momento che non puoi attaccare stazioni o flotte nemiche contemporaneamente con più flotte, ciascuna flotta deve essere il più forte possibile da sola.

Dal momento che le battaglie vengono solitamente combattute fino alla distruzione di una parte (e non puoi intervenire attivamente), è importante avere il chiaro sopravvento. Altrimenti le navi sopravvissute si ripareranno da sole in men che non si dica e tu difficilmente avrai fatto la differenza.

Dal momento che anche i valori di combattimento rimangono sottospiegati, abbiamo agito principalmente in base alle nostre sensazioni nei nostri giochi. Se le nostre navi sembravano più grasse o erano in inferiorità numerica, attaccavamo (e talvolta perdevamo).

(Eventi e missioni aggiungono varietà all'amministrazione quotidiana.)
(Eventi e missioni aggiungono varietà all’amministrazione quotidiana.)

Nessuna crisi, noioso lategame
Non esistono crisi intermedie e finali, come noto da Stellaris, in Galactic Civilizations 4. Una volta che sei abbastanza forte da sconfiggere un’IA, sei abbastanza forte da sconfiggere tutte le IA a turno, come di solito accade in questo tipo di gioco.

Questo rende l’endgame piuttosto noioso in un modo tipico. Sebbene ci siano condizioni vincenti alternative, finiscono sempre per dominare parti più ampie della galassia. Quindi non c’è modo di sfuggire alla guerra.

Supersolid – ma è abbastanza buono?

Sebbene le critiche siano ovunque in questa recensione, questo non vuol dire che il gioco non sia divertente. Soprattutto la fase iniziale con l’esplorazione e la messa in sicurezza dei pianeti e delle risorse più importanti è divertente. Le 18 gare forniscono condizioni di partenza e punti di forza diversi, in modo che ci sia rigiocabilità. I teneri Mimot, ad esempio, hanno il vantaggio che tutte le navi create possono resistere al 25% in meno, ma dal cantiere esce un duplicato di ogni nave costruita. Ciò significa che la forza della flotta cresce molto più velocemente rispetto ad altre specie.

Il problema quindi è piuttosto che il resto del gameplay è molto simile. Anche il numero di anomalie è così basso che si ripetono ancora all’interno dello stesso gioco. Dal momento che non ci sono sfide speciali e la costruzione generale dell’impero non è eccessivamente divertente di per sé, l’incentivo a ricominciare più e più volte Galactic Civilizations 4 alla fine manca … anche se i primi due playthrough sono piacevoli.

Manca un punto vendita unico soprattutto in contrasto con la concorrenza, prima fra tutte Stellaris. E quindi il concorrente di genere di Paradox è in definitiva superiore sotto tutti gli aspetti. L’unico vantaggio di Galactic Civilizations 4 è che può essere appreso più rapidamente ed è più facile da capire, oltre a non richiedere molto tempo.

Tecnicamente bene, ma non strabiliante

Dal punto di vista tecnico, il gioco fa una bella figura, abbiamo avuto solo un incidente nel progettista della nave. È enormemente ampio e ti consente di personalizzare l’aspetto e l’equipaggiamento a piacimento, il che è sicuramente un vantaggio.

(Il progettista della nave offre molta libertà in termini di aspetto e equipaggiamento.)
(Il progettista della nave offre molta libertà in termini di aspetto e equipaggiamento.)

Inoltre, durante alcuni obiettivi, come la prima colonia, vengono riprodotte belle sequenze video, ma non riescono a compensare l’atmosfera generale piuttosto sottile. La musica è insignificante, non c’è nessun annunciatore per dire qualche parola di tanto in tanto, e anche l’aspetto della galassia non è in alcun modo speciale, anche se lo spazio esterno si presterebbe effettivamente a produzioni spettacolari.

Alla fine della giornata, tutte queste piccole cose rendono Galactic Civilizations 4 un gioco troppo classico e poco spettacolare. Tutto sembra familiare e sebbene quasi nulla sia davvero infruttuoso, tutto sembra un po’ arbitrario. Galactic Civilizations 4 è quindi molto interessante per coloro che hanno interpretato gli altri grandi del genere e vogliono semplicemente di nuovo la stessa cosa in una forma diversa.

Galactic Civilizations 4 può essere acquistato per poco meno di 40 Euro esclusivamente su (Epic Games Store)

Il verdetto dell’editore

La ricetta classica per costruire giochi nello spazio è stata superata almeno dai tempi di Stellaris. Colonizzare semplicemente alcuni pianeti, allevare flotte e correre sopra l’IA non è più sufficiente, soprattutto perché questo è ben noto da troppi altri giochi.

Per quanto sia difficile criticare un gioco davvero solido come Galactic Civilizations 4 in questo modo, non posso farne a meno. Perché semplicemente non riesco a trovare un argomento per cui dovresti assolutamente comprare questo gioco in particolare.



Source link

LEGGI ANCHE :  Cyberpunk 2077 con auto volanti: Mod offre ciò che molti giocatori desiderano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.