Giocatori valorosi si preparano per le prime partite davanti ai tifosi al VCT Masters: “È passato molto tempo”

Giocatori valorosi si preparano per le prime partite davanti ai tifosi al VCT Masters: “È passato molto tempo”


Per i giocatori Valorant che gareggiano per qualificarsi al VCT Stage 2 Masters Copenhagen, la prospettiva di giocare davanti a un pubblico è eccitante poiché sono passati anni da quando alcuni di loro hanno gareggiato in un eSport con i fan presenti.

In Nord America, la maggior parte dei giocatori di Valorant deve ancora giocare con una folla presente al di fuori di piccoli eventi di terze parti in tutto il paese. In Corea del Sud e Giappone ci sono stati alcuni eventi selezionati che hanno avuto un pubblico, ma niente della scala che i fan di Valorant dovrebbero aspettarsi a Copenaghen, in Danimarca, per gli ultimi tre giorni di competizione.

Per Brendan “BcJ” Jensen di XSET l’ultima volta che ha gareggiato con un pubblico è stato in un eSport completamente diverso nel 2018, cosa comune a molti giocatori di Valorant.

“Ho giocato in Polonia per [Apex Legends] e quello è stato un torneo Battle Royale della fase a gironi di 80 squadre “, ha detto l’ex professionista di Apex in un’intervista a Dexerto. “Ed è stata una festa del sudore.”

Lo schienale di una sedia da gioco incorniciata dal palco di Valorant Masters Iceland
Lance Skundrich/Riot Games

I fan saranno presenti per gli ultimi tre giorni di competizione al Masters Copenhagen.

LEGGI ANCHE :  LCS Settimana 7 Giorno 2 Summer Split 2022 Riepilogo

Il 20enne era in un anno di transizione nella sua carriera poiché Apex stava perdendo popolarità e stava uscendo dal suo primo periodo con un’organizzazione di eSport in T1. BcJ ha anche indicato il suo primo torneo LAN con una folla il mese prima prima del suo viaggio in Polonia a Minneapolis, Minnesota per gli X Games.

“C’è solo qualcosa in quell’ambiente”, ha detto. “Suoni in Nord America, la folla lì, la mia famiglia ha potuto viaggiare dal Michigan. Era qualcosa che non credo di essere mai stato in grado di sperimentare”.

I giocatori valorosi ricordano di aver giocato davanti ai fan

Per Phat “supamen” Le di FaZe Clan, il suo ultimo evento con un pubblico dal vivo è stato anche all’estero, in Cina, nel 2019 mentre gareggiava in CrossFire.

“Quei ragazzi non scherzano quando si tratta di una squadra cinese che gioca contro squadre straniere”, ha detto il giocatore nordamericano. “Lo stadio si riempirebbe letteralmente di migliaia di fan e migliaia di fan”.

LEGGI ANCHE :  LCS Settimana 7 Giorno 1 Estate Split 2022 Riepilogo

A quel tempo, supamen stava pensando di lasciare gli eSport tutti insieme, mentre stava per finire la sua laurea in scienze della salute e trovare un lavoro normale in un ospedale da qualche parte. Ma, con l’inizio di una crisi sanitaria mondiale, è entrato in Valorant ed è ora sulla buona strada per raggiungere potenzialmente una situazione simile con migliaia di fan che lo acclamano a Copenaghen.

OpTic Gaming si è assicurata il posto al VCT Stage 2 Masters Copenhagen con la vittoria contro XSET nelle semifinali del vincitore dei VCT Challengers nordamericani, vincendo non solo quel torneo ma anche Valorant Champions. Il campionato del mondo Valorant sarà caratterizzato anche da un pubblico secondo Riot.

Il giocatore di punta della squadra, Jaccob “yay” Whiteaker, ha detto che non riusciva a ricordare l’ultima volta che ha giocato a un evento LAN davanti al pubblico.

“È passato molto tempo”, ha detto in un’intervista a Dexerto. “In realtà, penso che il mio ultimo evento pubblico sia stato forse tre o quattro anni. Sinceramente non mi ricordo”.

L’ultimo che ha detto di ricordare è stato un torneo Counter-Strike del 2018 a Londra, dove il professionista Valorant aveva circa 20 anni.

LEGGI ANCHE :  CDL Champs 2022: Atlanta FaZe favoriti, LA Thieves & Subliners sfidanti e altre trame chiave

“Stavo ancora cercando di capire come un sacco di cose ed ero come uno di quei giocatori più emergenti”, ha detto a proposito di quel periodo della sua carriera.

Il potenziale di suonare di fronte al pubblico è una motivazione per i professionisti, secondo coloro con cui ha parlato Dexerto, poiché inseguono uno sballo che non sentivano da quasi tre anni.

“Penso che la folla aggiunga davvero molta eccitazione ai giochi, è un’esperienza in cui non riesco proprio a descrivere”, ha detto yay parlando di giocare di fronte ai fan.

Giocatori e fan valorosi vedranno quali squadre avranno la possibilità di competere di fronte a un pubblico dal vivo al VCT Stage 2 Masters Copenhagen quando il torneo inizierà il 10 luglio.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.