Il 77% dei Nord Americani vorrebbe partecipare ad un eSports live

Il 77% dei Nord Americani vorrebbe partecipare ad un eSports live

Una ricerca ha rivelato che il 77% dei fan nordamericani è interessato a partecipare a un evento eSports di persona il prima possibile, nonostante i problemi correlati al coronavirus. Lo studio è stato condotto da Convention Sports and Leisure International (CSL) e Esports Entry Advisory (EEA). 

Primo evento dal Vivo

Tornare a un torneo dal vivo il prima possibile? E’ ciò che vuole il 77% dei fan nordamericani. È importante notare che solo il 17% degli intervistati ha ammesso di aver partecipato a un evento dal vivo in passato, quindi molti degli intervistati vorrebbe partecipare al loro primo evento dal vivo.

“Molti degli intervistati nelle comunità di piccole o medie dimensioni hanno spiegato che semplicemente non hanno eventi o strutture nelle vicinanze”, ha affermato Tyler Othen di CSL. “Questo divario tra l’interesse agli eventi dal vivo e l’accesso agli eventi è significativo e rappresenta un’opportunità concreta e a lungo termine per sviluppare eventi e pernottamenti in hotel di maggiore impatto su base più regionale in tutto il paese.”.

LEGGI ANCHE :  Aggiornamento di prova di Battlefield 2042: molte cose sono cambiate in 12 mesi, ma non ovunque

LEGGI ANCHE: Il primo torneo Valorant dal vivo

La ricerca ha anche dimostrato che la presenza online è maggiore se l’evento si tiene dal vivo e non solo in digitale. L’analisi di oltre 2.000 eventi di eSport dal vivo ha rivelato che in media hanno più del doppio delle visualizzazioni online rispetto agli eventi solo digitali. Allo stesso tempo, questo studio ha evidenziato che molte strutture sarebbero interessate ad ospitare un evento di eSport nel prossimo futuro. Ben il 79% delle sedi e delle destinazioni degli eventi è “molto interessato o significativamente interessato” a ospitare eventi di giochi competitivi in ​​futuro.

Luoghi piccoli maggior visibilità

Dallo studio è emerso che i luoghi con una capacità di 600 o meno posti generano il 68% delle ore di visualizzazione online. “Gli eventi di eSport locali potrebbero aprire la strada, ma altri formati di intrattenimento dal vivo, in particolare quelli con una base di fan più giovane, dovrebbero iniziare ad adottare una ‘mentalità ibrida’ proprio ora”, ha osservato Peter Warman, delegato CEO e co-fondatore di Newzoo.

LEGGI ANCHE :  I giocatori della Lega vogliono un cambiamento per Shyvana per rendere le cose più chiare per l'intera squadra

Nonostante il desiderio dei giocatori di partecipare agli eventi, lo sviluppatore di videogiochi Epic Games ha confermato di non avere tornei di persona programmati per il 2021, inclusa la Fortnite World Cup. L’azienda raddoppierà le sue competizioni online il prossimo anno, con la speranza che “gli eventi fisici, in qualche forma, possano tornare in futuro”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *