Il primo passo verso Arma 4 è coraggioso ed estremamente rischioso

Il primo passo verso Arma 4 è coraggioso ed estremamente rischioso


All’improvviso compare Arma Reforger, che risveglia piacevoli ricordi dell’operazione Flashpoint e dovrebbe aprire la strada ad Arma 4. Una mossa intelligente o un errore fatale?

Continua una delle simulazioni militari più complesse e tradizionali al mondo: è arrivata una nuova Arma! Proprio così, quasi dal nulla. Ma aspetta, questo non è affatto Arma 4?

No, il nuovo progetto si chiama Arma Reforger e si vede più come un ponte verso Arma 4 che come un vero sequel: lo sviluppatore Bohemia sottolinea che Reforger è più una piattaforma che un gioco a tutti gli effetti. Una base su cui fan e produttori devono “costruire insieme il futuro di Arma”, dicono.

Sembra complicato? Abbiamo fatto una visita digitale in Boemia e spieghiamo in questo articolo di cosa tratta esattamente Reforger e perché questa versione è una manovra estremamente audace!

Che cos’è comunque Arma Reforger?

Sequel, reboot, framework di base per capire Arma Reforger e il piano che c’è dietro, dovremmo prima parlare dei fatti concreti. Reforger è un nuovo prodotto autonomo, cioè non un componente aggiuntivo o un remaster, ed è basato su Operation Flashpoint: Cold War Crisis (che è stata incorporata nella serie essendo stata retroattivamente ribattezzata Arma Cold War Assault).

L’ambientazione è l’immaginaria nazione insulare di Everon nel 1989, dove la Guerra Fredda tra l’Unione Sovietica e gli Stati Uniti si sta intensificando. Le prime scene di gioco danno già un buon quadro dello scenario:

La stessa Boemia descrive Arma Reforger come una piattaforma creativa. Quindi è qui che il motore verrà ottimizzato, nuove funzionalità e risorse sviluppate nei prossimi mesi, gettando le basi per un Arma 4 a tutti gli effetti.

Gli sviluppatori spiegano che i giocatori dovrebbero “testare il gameplay e l’infrastruttura qui e aiutare a plasmare lo sviluppo futuro”. Se sei interessato solo ai numeri scarsi, questo è Arma Reforger in poche parole:

  • Uscita e prezzo: Arma Reforger è già uscito quando leggerai questo articolo! La versione PC è disponibile tramite Steam e la versione per Xbox Series X e S verrà rilasciata nel programma di anteprima del gioco. Costo: circa 30 euro. Il download è di circa 12 GB.
  • Accesso anticipato: Arma Reforger rimarrà in Accesso Anticipato per circa 12 mesi fino al rilascio della versione finale 1.0. Fino ad allora, nuove funzionalità e miglioramenti devono essere aggiunti in base al feedback della community. Il prezzo, tuttavia, non cambierà.
  • Scopo: Arma Reforger offrirà combattimenti a terra con fanteria e veicoli leggeri, nonché un sistema logistico e di inventario sul mondo insulare di circa 164 chilometri quadrati di Everon, che può essere immaginato come un grande mondo aperto con foreste, montagne, campi e villaggi.
  • Nessun giocatore singolo: A differenza dell’Operazione Flashpoint, in Arma Reforger non c’è campagna, l’attenzione è chiaramente sul multiplayer. Per i giocatori solitari, il tutorial e le partite multiplayer contro i bot sono le uniche opzioni. Nessuna storia è prevista neanche per la versione 1.0.
  • Nuovo motore: Il motore Enfusion, uno sviluppo interno completamente nuovo di Bohemia, sarà utilizzato per tutti i giochi futuri dello studio, primo fra tutti Arma 4, ovviamente! Le vecchie mod non sono più compatibili, ma i produttori promettono un funzionamento più semplice e una qualità grafica superiore.
  • Modalità di gioco: La modalità di gioco ufficiale di Arma Reforger è Conflitto, una battaglia persistente per il dominio sull’intera isola. I round in conflitto non hanno limiti di tempo, i giocatori possono unirsi e andarsene in qualsiasi momento. Nella modalità Game Master, gli amministratori possono creare i propri scenari e modalità, in modo simile a Battlefield Portal.
  • Supporto mod: Ancora più profonda di Game Master è la modalità Workbench, in cui modder e programmatori possono ricostruire il gioco come meglio credono: sono possibili propri script, suoni, animazioni e molto altro. I fan creativi possono quindi rendere i loro lavori disponibili per il download tramite uno strumento integrato per la community.

E ora che dire di Arma 4?

Questo per quanto riguarda i fatti sul rilascio. Ma molto più eccitante è in realtà ciò che Bohemia ha in programma di fare con Arma Reforger in futuro e ciò che questo futuro significa per Arma 4! Abbiamo parlato con gli sviluppatori per scoprire esattamente questo per te.

Al centro della strategia di Bohemia c’è il nuovissimo motore Enfusion, che costituirà anche la base tecnica per Arma 4. Piena compatibilità è la parola chiave.

Arma Reforger è, per così dire, il segnale di partenza per uno sviluppo che alla fine porterà alla quarta parte della serie per poi sostituire virtualmente Reforger. O per dirla più semplicemente: Reforger è il ponte che conduce a una nuova Arma.

Bohemia Interactive vuole coinvolgere i giocatori in anticipo e fornire loro esattamente gli stessi strumenti con cui lavora lo studio stesso. Come immaginare il viaggio è mostrato nel video “Road to Arma 4” della stessa Bohemia:

Il calcolo: idee, feedback e mod della community dovrebbero dare forma a un Arma 4 che i fan vorranno davvero alla fine. Questa mentalità ha una lunga tradizione nella serie Arma. Perché Arma 3 sopravvive ancora oggi principalmente attraverso le innumerevoli creazioni dei suoi giocatori!

Che si tratti di uniformi, armi, scenari, routine AI o elementi di controllo, non c’è nulla che i fan di Arma 3 non abbiano già costruito da soli. Ora lo faranno di nuovo. In Reforger, ma per Arma 4. Quasi la scena mod del futuro di Arma, solo oggi.

Mossa coraggiosa che ci dà speranza

Arma Reforger sembra la versione glorificata di Operation Flashpoint che i fan del passato hanno quasi automaticamente in mente quando viene menzionato il classico.

L’atmosfera speciale ritorna immediatamente: le formazioni Humvee si fanno strada attraverso il terreno collinare, i proiettili di artiglieria sollevano polvere, la fanteria combatte feroci battaglie domestiche con M16 e AK-47 e tutto questo con un livello di dettaglio mai visto prima in Arma (per non parlare di qualsiasi altro milsim con un enorme mondo aperto).

Il nuovo Enfusion Engine è davvero qualcosa: nuvole di fumo si accumulano realisticamente dopo le esplosioni, i soldati proiettano ombre credibili e i veicoli si schiantano contro le staccionate di legno. In generale, jeep e camion si comportano molto meglio che in Arma 3, dove spesso volano in modo incontrollabile nell’aria in caso di collisione. In Reforger finalmente trasmettono peso e slancio.

Il ciclo giorno-notte migliorato e il tempo mutevole promettono di essere elementi tattici entusiasmanti: se piove abbastanza a lungo, si formano fango e pozzanghere (anche con riflessi) e al chiaro di luna senza nuvole possiamo avvistare i nemici di notte ad occhio nudo. I fari e i proiettili traccianti, d’altra parte, illuminano le notti più buie o più nebbiose, il che dovrebbe avere un effetto enorme sulle battaglie e aggiungere dinamica.

Essendo un pacchetto molto sottile, Arma Reforger non spaventa i potenziali nuovi arrivati ​​tanto quanto i suoi predecessori ora sovraccaricati senza pietà. C’è solo una mappa (certamente molto grande), solo una modalità di gioco principale, pochi veicoli e nessun aereo, i cui controlli altamente complicati devono prima essere appresi. Con questo, Reforger potrebbe forse raggiungere l’impresa di rimanere fedele alle radici hardcore della serie e comunque conquistare nuovi fan che finora hanno dato al gioco un ampio margine a causa della mostruosa complessità di Arma.

(I mobili rendono finalmente gli interni realistici e non sterili come prima.)
(I mobili rendono finalmente gli interni realistici e non sterili come prima.)

Ma soprattutto, Arma Reforger vuole raccogliere coloro che hanno sempre investito molto tempo ed energie nell’ulteriore sviluppo di Arma: i modder. Per loro è arrivato il momento della sperimentazione e dell’apprendimento. Dovrebbero usare Reforger come trampolino di lancio per Arma 4. Il fatto che la Boemia li stia coinvolgendo così presto nello sviluppo è un segno di fiducia e fiducia.

Il motto: i fan fedeli sanno meglio come dovrebbe essere Arma 4! Una mossa intelligente, perché evita la potenziale frustrazione di presentare semplicemente alla community un Arma 4 finito in pochi anni e dire “quello che c’è in tavola è ciò che è stato mangiato”. Gli ascoltatori del nostro podcast sanno da tempo che la forza di Arma e la ricetta segreta per il successo è la sua comunità.

Domande aperte che ci preoccupano

Tuttavia, questo è forse anche il principale ostacolo per Arma Reforger (e per estensione Arma 4): passando al nuovo motore, tutte le modifiche e le creazioni precedenti sono passate in un colpo solo. Anni di lavoro devono essere ricominciati da zero e gli sviluppatori non fanno mistero dei problemi iniziali:

“Per i modder, quasi tutto cambia nel nuovo motore e devono imparare un nuovo linguaggio di scripting”, ci è stato detto a Bohemia. “Ma le prestazioni sono migliori e l’intero processo di sviluppo è molto più moderno e snello.” Tuttavia, se Arma Reforger non riesce a far muovere il nucleo creativo della comunità di Arma, Arma 4 ha già perso.

Un problema all’altro capo dello spettro: senza una modalità single player, molti ci penseranno due volte prima di acquistarla. Il fatto che Operazione Flashpoint serva da modello rende le cose ancora peggiori, perché la maggior parte assocerà il nome a una cosa soprattutto: la campagna, che è stata magnificamente messa in scena per l’epoca! E anche con gli strumenti mod, dovrebbe essere quasi impossibile costruire una campagna, almeno al lancio, perché l’IA “attualmente non è così complessa come in Arma 3”, ammettono i produttori. E l’intelligenza degli NPC non è affatto la disciplina suprema di Arma 3!

Chi vede il trailer di Arma Reforger probabilmente immagina grandi battaglie a cui si può prendere parte con carri armati o aerei come in Battlefield. Qualcosa per tutti? Lungi dall’essere: al momento del rilascio non ci saranno né aerei né veicoli cingolati e gran parte di questo non è nemmeno pianificato! Stanno lavorando su elicotteri, ma in Reforger non si vedranno pesanti carri armati o addirittura jet, ci dice Bohemia. Si tratterà invece di jeep, camion e veicoli corazzati da combattimento della fanteria leggera.

Il gioco è stato deliberatamente progettato su scala ridotta per perfezionare la tecnologia e non necessariamente per produrre molti nuovi contenuti. E questa è probabilmente la più grande debolezza della nuova Arma: è solo metà gioco e metà piattaforma di sviluppo. Il nuovo contenuto non è affatto l’obiettivo dichiarato. E i giocatori che fraintendono questo si allontaneranno con delusione subito dopo il lancio.

Il verdetto dell’editore

Dopo aver visto Arma Reforger per la prima volta, mi sono subito venuti in mente due pensieri contrastanti: da un lato, un remake di Operation Flashpoint con una grafica fantastica è esattamente ciò che il mio cuore di sparatutto desiderava segretamente da anni. D’altra parte, mi sembra che la Boemia stia solo dando ai suoi fan una struttura di base e si aspetti che in qualche modo costruiscano un Arma 4 da essa. Ma la verità, come quasi sempre, sta nel mezzo: ovviamente ha senso attingere a una comunità così straordinariamente inventiva come quella di Arma e coinvolgerla nello sviluppo di una nuova parte.

Se il motore può anche iniziare a fornire ciò che gli sviluppatori promettono, qui viene creata una sandbox militare di superlativi! Ma al momento questa è tutta torta nel cielo. Arma 4 è ancora molto lontano. E Arma Reforger potrebbe avere difficoltà a ispirare il fan medio degli sparatutto con il suo semplice approccio Early Access per ben 30 euro. Al posto di Bohemia avrei fissato il prezzo molto più basso per ridurre al minimo la barriera all’ingresso. Molto probabilmente si sarebbero potuti ancora guadagnare abbastanza soldi attraverso le vendite di massa. Ma in questo modo vedo un futuro nella bolla di hobbisti, appassionati e modder. In altre parole, dove comunque Arma è di casa da anni.



Source link

LEGGI ANCHE :  Anteprima estiva di LEC Excel Esports

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.