Il Team Liquid Steve incolpa la “pressione” e le lotte pick/ban per il fallimento dell’LCS

Il Team Liquid Steve incolpa la “pressione” e le lotte pick/ban per il fallimento dell’LCS


Ci siamo seduti con il co-CEO del Team Liquid, Steve Arhancet, per avere un’idea dell’inizio della bassa stagione del Team Liquid e per analizzare cosa è andato storto per il roster nel 2022.

Dopo un brutto 2022, il Team Liquid ha bisogno di un piano.

Ormai, tutto ciò che si potrebbe dire sulla loro sottoperformance è già stato rimaneggiato un milione di volte. È un problema semplice con mille soluzioni incredibilmente complicate e nessuno lo sa meglio del co-CEO di Liquid Steve Arhancet.

È quello incaricato di rimettere le ruote sul treno TL in bassa stagione e Dexerto gli ha parlato esattamente di come ha intenzione di farlo. Il team ha già apportato il suo primo cambio di offseason con l’uscita di AD Carry Steven “Hans sama” Liv, ed è molto probabile che ce ne siano altri in arrivo.

Diagnosi del problema

Team Liquid Summer 2022Twitter @LCSOfficial

Smantellare questo elenco sembra una perdita di tempo e denaro speso per metterlo insieme, ma è chiaro che è necessario apportare modifiche.

Prima di poter apportare modifiche, è necessario identificare la natura del problema in questione. Secondo Steve, il processo diagnostico fuori stagione di Liquid era duplice.

È iniziato con sondaggi scritti di tutti i membri dello staff e dei giocatori coinvolti nel roster LCS. Questi coprono tutto, dalle opinioni sui membri del personale al “comfort della stanza di scrim e se il condizionatore d’aria era impostato su un livello troppo alto”. Una volta che questi sondaggi sono stati condotti, TL ha quindi tenuto ampie sessioni individuali con il team per consentire loro di esprimere le loro preoccupazioni specifiche.

“Facciamo questi incontri uno contro uno con ogni giocatore, allenatore e analista per avere una prospettiva su quali aree potrebbero aver bisogno di miglioramenti e dove siamo stati inferiori rispetto alle aspettative”, ha detto a Dexerto. “E poi questo viene compilato in un piano d’azione di ciò che vogliamo fare per la prossima stagione”.

Per la stagione 2022, questo processo diagnostico ha rivelato due punti critici per il roster: la pressione dell’etichetta del superteam e i continui problemi della squadra con la fase di prelievo/banco.

Pressione insormontabile

Santorin Liquid LCS Estate 2021Tina Jo per Riot Games

Santorin ha ammesso che la pressione delle aspettative stava raggiungendo lui e i suoi compagni di squadra durante la divisione estiva.

Supersquadra, supersquadra, supersquadra. Era un termine usato dagli stessi Liquid e dal mondo più ampio dell’ecosistema LCS – e potrebbe benissimo aver finito per essere la loro rovina.

“Abbiamo costruito una squadra che aveva molte aspettative e quelle aspettative hanno portato a molta pressione”, ha spiegato Steve. “Anche se abbiamo cercato di mitigare parte di quella pressione attraverso la terapia, le consulenze e i professionisti medici, non credo che siamo stati in grado di rimuoverla del tutto. E penso che quella pressione abbia portato i giocatori a non giocare al meglio del loro potenziale”.

Jungler Lucas ‘Santorin’ Larssen lo ha espresso in un’intervista con Dexerto in cui ha spiegato che la mentalità del Team Liquid era che potevano “soddisfare le aspettative o fallire”. E mentre molta di quella pressione proverrà da fan e spettatori, non si può negare che il Team Liquid avrà esercitato molta pressione sui propri giocatori, consapevolmente o meno.

Nel suo video di annuncio della bassa stagione, lo stesso Steve ha affermato che i giocatori erano consapevoli del livello di investimento che era stato fatto per creare questa squadra. E sembra che l’impatto mentale di quella pressione fosse qualcosa per cui i Liquid semplicemente non erano preparati.

Problemi di fase di bozza

TL GuilhotoTina Jo/Riot Games tramite ESPAT

Guilhoto non ha nascosto i problemi di bozza di TL, menzionandolo negli AMA Discord della community per tutta la stagione.

I problemi di TL non erano solo olistici. Le loro lotte nella fase di bozza sono state ben documentate durante tutto l’anno: l’allenatore Andre “Guilhoto” Guilhoto ha ammesso pubblicamente di averlo fatto durante più sessioni di Discord AMA nel corso della divisione estiva.

In particolare, la loro corsia inferiore operava su due punti di forza completamente diversi. Jo ‘CoreJJ’ Yong-in è un giocatore creato per vagare all’inizio con il suo jungler, e Hans sama è qualcuno che ha bisogno di essere facilitato in corsia per poter saltare e portare a fine partita. Difficilmente una partita fatta in paradiso.

L’attuale meta non si adattava affatto al pool di campioni di CoreJJ e ha portato a molti problemi di draft. I supporti di Enchanter sono di gran lunga i più forti del gioco in questo preciso momento, ma il campione più giocato di CoreJJ è stato Nautilus.

Liquid mancava di qualsiasi tipo di filosofia di bozza di base e significava che l’identità della loro squadra era gravemente carente in una buona parte dei loro giochi.

Steve dice che la fase di bozza “non è stata un vantaggio competitivo” per il Team Liquid e che a volte “è diventata persino uno svantaggio”. Questi problemi di redazione non possono essere attribuiti a un giocatore o allenatore specifico. Sono nati da una combinazione di piccoli pool di campioni efficaci e una riluttanza a impegnarsi in un’identità forte nella fase di draft – e non è colpa di un singolo membro.

Che succede ora?

TL Academy 2022Team Liquid Honda LoL

Il team dell’accademia del Team Liquid è stato uno dei migliori della regione quest’anno e Steve ammette che i loro elenchi dell’accademia sono stati una risorsa sottoutilizzata.

La partenza di Hans sama è solo il primo di quelli che probabilmente saranno alcuni cambiamenti nella bassa stagione 2022. Ma per Steve, più di ogni altra cosa, il 2023 porterà investimenti nell’accademia e nelle infrastrutture amatoriali, qualcosa che spiega che TL ha avuto in passato ma che forse non è stato utilizzato con la massima efficacia.

“Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro nell’identificare i talenti da rookie e svilupparli all’interno di TL”, ha spiegato Steve, “semplicemente non abbiamo scelto di inserirli nel team principale di LCS”. Liquid ha sempre deciso di spendere molto e raccogliere i frutti del proprio elenco LCS, una strategia che ha funzionato abbastanza bene fino a quest’anno.

Ma significa anche che gli mancava il tipo di potere da star nostrano di NA di una squadra come CLG o Evil Geniuses. Steve non rimpiange le sue scelte, ma pensa che il 2023 sia l’anno in cui i Liquid inizieranno a guardare alla loro pipeline di talenti per costruire il loro elenco nella LCS.

“Vogliamo posizionare il prossimo anno come un’opportunità per utilizzare quell’infrastruttura TL che abbiamo costruito e che abbiamo utilizzato davvero bene e mostrarla al mondo”, ha affermato.

Il loro elenco di accademie quest’anno è stato uno dei migliori del sistema, il che rende alquanto sorprendente il fatto che non abbiamo visto alcuna promozione di giocatori dell’accademia in LCS quando il gioco si è fatto duro.

Steve spiega che la decisione alla base delle sostituzioni sarebbe stata quasi interamente di Guilhoto e che alla fine la squadra ha deciso di restare fedele alle proprie armi anche nei momenti più difficili.

“Immagino che (Guilhoto) abbia avuto conversazioni con Spawn, il nostro capo allenatore dell’accademia”, ha detto Steve. “Ma abbiamo costruito questa squadra e, nel bene e nel male, volevamo dargli la strada”.

Steve non ha confermato se Liquid cercherà di promuovere i giocatori del loro roster dell’accademia per il 2023, affermando semplicemente che la squadra si sarebbe “appoggiata tematicamente alla nostra infrastruttura esistente”. Il loro elenco dell’accademia ha vinto Proving Grounds Spring and Summer e NA Academy Summer – e supportano Bill “Eyla” Nguyen e AD Carry Sean “Yeon” Sung hanno una certa esperienza LCS dopo aver suonato in primavera a causa dei problemi di visto di TL.





Source link

LEGGI ANCHE :  Twistzz ammira le capacità di leadership del "cattivo" CS: GO pro, lo paragona a Karrigan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *