Parasite si è ritirato da Call of Duty

Parasite si è ritirato da Call of Duty

Parasite è da tempo uno dei migliori giocatori nella scena competitiva di Call of Duty. In realtà faceva parte della squadra che finì per vincere il primo Call of Duty World Championship in assoluto.

Di recente, tuttavia, ha pubblicato una dichiarazione in cui affermava che ora anche lui si ritirerà ufficialmente. Questo è un bel duro colpo per la scena pro poiché in realtà era l’ultimo membro in piedi di quella squadra originale che ha vinto il torneo, il che significa che ufficialmente, ognuna di quelle leggende ora ha abbastanza gioco.

Questo era prevedibile considerando il fatto che il primo torneo in assoluto si è svolto 9 anni fa e che Black Ops 2 è stato il primo gioco ad avere effettivamente questo Campionato del Mondo.

I vincitori all’epoca erano nientemeno che Adam “KiLLa” Sloss, Damon “Karma” Barlow, Marcus “MiRx” Carter e, naturalmente, Chris “Parasite” Duarte.

Tutti questi giocatori hanno successivamente lasciato il gioco ormai, con l’ultimo membro dell’equipaggio, Parasite, che si è ufficialmente ritirato anche lui.

Parasite è sempre stato una parte importante della scena di Call of Duty, al punto da essere considerato il giocatore più famoso di tutti i tempi non molto tempo fa.

La maggior parte dei suoi fan lo chiamano Haggy ed è un giocatore di FPS competitivo da oltre un decennio ormai. Ha giocato la maggior parte delle partite là fuori e durante il suo ultimo torneo competitivo di COD ha davvero mostrato al mondo che non era uno con cui essere incasinato.

Durante la stagione 2021 di Black Ops Cold War ha suonato per i London Royal Ravens e ha fatto del suo meglio per tenere il passo con tutti i nuovi nomi della scena professionistica.

Sebbene la sua prestazione fosse ancora stellare, si ritrovava ancora in ritardo di tanto in tanto, al punto che in un’intervista ha persino affermato di aver perso la passione per la competizione, che non gli importava più di vincere o perdere, il che era molto difficile da affrontare per lui.

Dopo averlo fatto per così tanto tempo, è a dir poco comprensibile che la scintilla che lo ha portato ai giochi FPS competitivi sia stata quasi completamente persa, essendo stata sostituita solo dalla tristezza per non averne più tratto gioia.

Anche se ci auguriamo di poter ottenere un paio di anni in più con Parasite, sosteniamo la sua decisione e speriamo che possa ancora farsi un nome, forse in un gioco completamente diverso.

Anche se vuole giocare a più giochi FPS, il suo tempo come giocatore professionista di COD è ormai completamente finito, poiché non vuole più costringersi a competere.

Questo è un giorno piuttosto triste per tutta la community di Call of Duty, dal momento che perdere l’ultimo membro della squadra originale che ha vinto il campionato 9 anni fa è come perdere la tua figura paterna. Speriamo che i nuovi nomi possano riempire meglio queste scarpe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.