Pure di Virtus Pro disegna Z sulla minimappa durante la partita del Dota Pro Circuit, squadra squalificata dai playoff regionali

Pure di Virtus Pro disegna Z sulla minimappa durante la partita del Dota Pro Circuit, squadra squalificata dai playoff regionali


Squadre dell’Europa dell’Est Dota Il Pro Circuit ha iniziato la sua versione accelerata dello Spring Tour all’inizio di questa settimana dopo che la stagione era stata ritardata a causa dell’invasione russa in corso dell’Ucraina. E nelle partite per decidere quali squadre riceveranno un invito allo Stockholm Major, un giocatore russo sembra aver rilasciato una dichiarazione in-game a sostegno della guerra.

Durante la partita di Virtus Pro contro Mind Games all’inizio di oggi, il midlaner Ivan “Pure” Moskalenko ha disegnato sulla minimappa di gioco mentre il gioco era in pausa a metà partita. Il simbolo che ha disegnato era a forma di Z, che è stato attivamente utilizzato dal governo russo come simbolo militarista e nelle campagne di propaganda a favore della guerra.

LEGGI ANCHE :  Cloud9 in discussione per aggiungere i migliori allenatori nordamericani al roster VALORANT

Il simbolo è ben visibile sulla minimappa per alcuni secondi prima che i compagni di squadra di Pure lo coprissero rapidamente con le proprie linee per oscurarlo, sebbene fosse già stato sottolineato dai commentatori.

Questo ha immediatamente suscitato indignazione da Dota spettatori e fan di tutto il mondo, con il commentatore ucraino Vitalii “v1lat” Volochai e dozzine di altri che chiedono che Pure, e persino l’intero elenco di vicepresidenti, venga bandito dall’evento.

LEGGI ANCHE :  RNG Breathe parla delle possibilità di RNG nel Gruppo D di LoL Worlds 2022

Il roster di VP stava già gareggiando nell’evento con il tag Outriders, qualcosa che altri roster dell’organizzazione hanno fatto, per evitare di mostrare direttamente il marchio o il supporto per un’org con “apparenti legami” con il governo russo tramite ESForce e il gruppo VK.

In un video pubblicato da VP e Pure, il giocatore afferma che il sorteggio è stato un incidente e dice che è per questo che è stato nascosto così rapidamente dai suoi compagni di squadra. Ma in realtà non si è mai scusato per le sue azioni.

“Quando abbiamo capito quale fosse esattamente il mio disegno, abbiamo cercato di nasconderlo”, Pure disse. “Non volevo offendere nessuno, è successo tutto per caso. Pace a tutti”.

La mancanza di scuse e la natura diretta della risposta non hanno pacificato la comunità. Multiplo Giocatoripersonalità e persino conti meme hanno definito la dichiarazione nient’altro che un servizio a parole.

Beyond The Summit fondatore e Dota personalità David “GoDz” Parker ha confermato che l’organizzatore del torneo stava esaminando la situazione e discutendo su come procedere direttamente con Valve. Gli Outriders nel loro insieme sono stati ora squalificati dai playoff regionali, con Mind Games che ha ricevuto una vittoria per forfait retroattiva. Anche tutte le altre partite che avrebbero caratterizzato la formazione VP sono state perse.

Anche con questa azione intrapresa per squalificare Outriders, la dichiarazione ritardata ha portato la comunità a parlare in termini più ampi della mancanza di supporto di Valve all’Ucraina nonostante la storia leggendaria del paese con Dota.

Come ha detto l’ex giocatore e commentatore Kyle Freedman, Valve apparentemente non ha fatto nulla per supportare l’Ucraina se non dando alle squadre EEU la possibilità di qualificarsi per un Major. Nel frattempo, aziende come Epic Games, Sony, Microsoft, Riot Games e numerosi creatori di contenuti e sviluppatori di giochi in tutto il mondo hanno raccolto oltre 200 milioni di dollari per gli sforzi umanitari nel paese.

“Questa situazione non è ‘complessa’ o difficile da capire”, Freedman disse. “Se la Russia smette di combattere, non ci sarà più guerra. Se l’Ucraina smette di combattere, non ci sarà più l’Ucraina”





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.