PVPX su coaching, fiducia e futuro di Apex Legends

PVPX su coaching, fiducia e futuro di Apex Legends


Cloud9 è entrato nel Leggende dell’apice La Global Series ha diviso due playoff a fine aprile come uno dei favoriti del Nord America, se non dell’intero campo. Il trio di Zach Mazer, Paris “StayNaughty” Gouzoulis e Mac “Albralelie” Beckwith forma una delle squadre più temibili a combattere nel gioco ed è entrato nella LAN di Stoccolma come una delle sole sette squadre nordamericane a vincere più lobby sul corso di entrambi gli split della Pro League.

Quindi, Zach è risultato positivo al COVID, costringendo la squadra a schierare l’ex Kungarna IGL Martin “Graceful” Wongphrom come sostituto. La squadra ha comunque fatto bene con Graceful, finendo 10° assoluto. Ma sentono che c’è molto di più da realizzare quando il campionato ALGS si svolgerà a luglio.

“Le persone non hanno visto il potenziale dell’intero roster C9”, ha detto l’allenatore C9 Jamison “PVPX” Moore a Dot Esports. “Non so se questa sia una sorpresa per le persone o meno… forse sarà un po’ una sorpresa, quanto diventerà più forte C9 se riusciamo a giocare con il nostro roster completo.”

Quando parli con PVPX, è chiaro che non gli manca la fiducia e non ha paura di condividere la sua mente. Nasce dai suoi anni di esperienza come creatore di contenuti, allenatore e giocatore in vari titoli da Apice a VALORANTE e Sorvegliare. Ma non è nemmeno arrogante o parla solo per sentirsi parlare. Invece, incanala la sua natura schietta nel fare continui miglioramenti alla sua stessa squadra e spingendo per i miglioramenti Apice nel complesso.

Come allenatore, quella natura schietta è utile quando dà istruzioni alla sua squadra. E anche se gli allenatori potrebbero non ricevere lo stesso livello di attenzione dei giocatori Apice scena, questo non toglie quanto possano essere vitali.

Allenarsi Apice non è necessariamente così facilmente comprensibile come allenare in altri giochi, né è così comune. La maggior parte delle squadre nordamericane non ha nemmeno allenatori, con Haris “Hodsic” Hodzic del Team Liquid che è una delle uniche eccezioni. In un battle royale, ogni gioco ha centinaia, se non migliaia, di variabili che possono resistere ai piani migliori. Confrontalo con VALORANTE, dove PVPX ha rilevato il bug di coaching. Il numero di giocatori avversari non cambia mai, le mappe rimangono le stesse da round a round e le squadre possono pianificare dove saranno sulla mappa, nonché quali armi e utilità possono utilizzare ogni round. In Apice? Dimenticalo.

LEGGI ANCHE :  Lucian è apparso in ogni singola partita di LCS e LEC durante i fine settimana di apertura di Summer Split 2022

“Penso che sia qui che la grande discrepanza è con le persone che pensano che gli allenatori siano inutili nei battle royale”, ha detto PVPX. “Come allenatore, non puoi sempre prevedere gli scenari esatti in cui le persone si imbatteranno. Spetta fortemente all’IGL e ai giocatori prendere quelle decisioni nel gioco. Ma come allenatore puoi costruire i loro processi di pensiero e l’ideologia di quali dovrebbero essere i loro obiettivi. Puoi aiutarli a prendere quelle decisioni da soli”.

Questo approccio all’allenamento, cercando di fornire ai giocatori la capacità di prendere decisioni migliori da soli nel gioco invece di elencare semplicemente le giocate fisse e le rotazioni che i giocatori devono svolgere, è servito molto a C9 a Stoccolma. Senza il loro normale IGL, la squadra è stata lasciata sia con un nuovo giocatore per cercare di aumentare la velocità sia senza la persona normale che ha preso le decisioni di rotazione. Graceful è entrato nella squadra e ha assunto il processo decisionale per le piccole giocate momento per momento verso la fine delle partite, come quando combattere e come la squadra dovrebbe posizionarsi nei cerchi finali, secondo PVPX. Nel frattempo, Albralelie si è presa maggiori responsabilità nel determinare le macro strategie della squadra nel gioco, chiamando le rotazioni e le strategie della squadra per diverse zone.

Ciò non significa che non ci siano state giocate che la squadra abbia discusso con PVPX in anticipo. In effetti, il team ha utilizzato un modo molto poco tecnologico per ricordare alcune di quelle strategie che potrebbero mancare con Zach andato.

“Alla LAN, in realtà avevamo tutte le nostre opere su un pezzo di carta come promemoria”, ha detto PVPX. Il playsheet ha aiutato Albralelie a ricordare facilmente informazioni e strategie per diverse rotazioni e zone e gli ha permesso di scivolare più facilmente in un ruolo dual-IGL con Graceful.

Alcuni aspetti del coaching sono più semplici di altri. A volte, è semplice come scoprire nuove rotte di bottino per i giocatori quando lasciano cadere per risparmiare loro secondi preziosi quando stanno cercando di farsi strada dalla loro area di atterraggio ai cerchi finali di un gioco. Altre parti non sono così facili, come cercare di prevedere come ruotano le squadre che atterrano intorno alla tua e inventare una miriade di piani di emergenza per tutte le diverse possibilità di ogni partita Apice può portare.

LEGGI ANCHE :  Il Team Liquid ha avuto solo 6 morti totali durante il weekend di apertura dell'LCS Summer Split del 2022

E il coaching su LAN? È tutta un’altra bestia.

In generale, coaching Apice consiste nel guardare le partite dei giocatori, oltre a guardare i punti di vista degli altri giocatori per prepararsi meglio a ciò che le altre squadre potrebbero fare in futuro, afferma PVPX. Sebbene gli allenatori non possano parlare con i giocatori durante le partite online, possono vedere cosa sta succedendo e avere un’idea di cosa stanno facendo le altre squadre allo stesso tempo, cercando costantemente modi per migliorare le prestazioni della squadra. A Stoccolma, d’altra parte, PVPX non aveva accesso ai POV di altri team e nemmeno al proprio monitor. Invece, si è seduto dietro la sua squadra e ha osservato come procedevano le partite dai loro monitor.

A causa di questi vincoli, il coaching in un ambiente LAN diventa più una questione di lavoro di preparazione e di costruzione dei processi di pensiero di un team per avere successo. Durante la competizione LAN stessa, l’allenatore è lì per ricordare alla propria squadra, aiutare i giocatori a calmarsi e mantenere la fiducia necessaria per dire a una squadra cosa è andato storto in una partita e come migliorare.

Per il momento, tutti gli sforzi di C9 per migliorare come squadra sono fatti pensando al campionato ALGS di Raleigh. Quel campionato si giocherà su una patch del tutto diversa, con una serie di modifiche introdotte al gioco con la stagione 13. E mentre la maggior parte dell’attenzione nella scena competitiva si concentrerà sul fatto che il Newcastle possa scuotere la meta del gioco, PVPX guarda a un cambiamento diverso crede che aiuterà il futuro della competizione Apice.

“Questa è la prima volta Apice storia che abbiamo avuto un ambiente competitivo reale al di fuori delle abitudini o dei tornei che possono aiutare le persone a giocare insieme come una squadra”, ha detto PVPX.

Faceva parte di un gruppo di giocatori professionisti e streamer che hanno fornito feedback sulla modalità classificata del gioco negli ultimi mesi. Molti dei suggerimenti sono venuti da quelle sessioni di feedback, come le retrocessioni di livello e un sistema in base al quale i kill point sono condivisi in tutta la squadra. In combinazione con costi di accesso in RP più elevati, le modifiche hanno completamente scosso l’esperienza classificata a quasi tutti i livelli del gioco.

LEGGI ANCHE :  'Perfezione': Atlanta Sfascia i ladri di Los Angeles con mappe impeccabili di Cerca e distruggi

PVPX crede che questi cambiamenti rafforzeranno solo la scena competitiva, aiutando i giocatori a migliorare nel gioco e a farsi strada nei ranghi professionisti. Lui dice Apice è stato spesso giocato più come un deathmatch competitivo, piuttosto che come il battle royale che è. E l’esperienza classificata più simile all’esperienza pro dovrebbe ripagare l’ampliamento del pool di giocatori nei livelli inferiori del gioco professionistico, come il Challenger Circuit.

Ci sono ancora cambiamenti che PVPX vuole vedere apportati al gioco, ovviamente. Chiunque abbia seguito il suo account Twitter lo saprà. Pensa che l’altezza che Valkyrie può raggiungere con la sua suprema dovrebbe essere nerfata e che gli scudi atterranti dorati non dovrebbero esistere come fanno attualmente nelle classificate.

D’altra parte, è inconfondibile mentre si parla con PVPX non sentire l’entusiasmo per cui ha Apice o l’ottimismo che ha per l’immediato futuro del gioco.

In attesa di Raleigh, PVPX mantiene l’ottimismo e la fiducia e condivide le informazioni privilegiate sui piani Storm Point di C9. Ha accennato al fatto che C9 potrebbe allontanarsi dal Launch Pad, dove C9 è atterrato da diversi mesi ormai, e più vicino a un POI con un’armeria IMC nelle vicinanze. Le nuove Armerie su Storm Point possono trasformarsi in una trappola mortale per alcuni giocatori. Ma nel gioco professionistico, dove è piuttosto raro contestare i drop spot, possono dare alle squadre un vantaggio significativo.

Alcuni potrebbero dire che ci sono troppe idee e teorie che girano nella mente di PVPX; è costantemente alla ricerca di modi per migliorare il gioco, il suo gioco e la sua squadra. Ma sembra assolutamente certo di una cosa.

“Con Zach, sarò onesto con te… solo per quanto riguarda la sinergia e il nostro stile di gioco come squadra, se avessimo Zach [at the Split Two playoffs]Penso che tutto sarebbe stato così perfetto che saremmo andati via con un doppiaggio in quel torneo “, ha detto PVPX.

Con il roster C9 pronto a competere a Raleigh per il loro primo evento LAN come una squadra al completo, vedremo a luglio quanto sia ben riposta questa fiducia.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.