Respawn raddoppia la dichiarazione di orgoglio nonostante il silenzio di EA

Respawn raddoppia la dichiarazione di orgoglio nonostante il silenzio di EA


Leggende dell’apice e Campo di battaglia Lo sviluppatore Respawn Entertainment ha condiviso un tweet a sostegno dei diritti di Pride e transgender, una mossa audace di fronte al silenzio continuo della società madre EA.

Sebbene EA non abbia ancora rilasciato una dichiarazione sul suo sostegno a importanti questioni sociali, Respawn continua a chiarire la sua posizione sia attraverso i suoi canali ufficiali che attraverso i resoconti dei suoi dipendenti. Il tweet più recente, condiviso oggi, recita: “In Respawn, ci sforziamo di essere inclusivi nei giochi che creiamo e nel modo in cui trattiamo i nostri dipendenti e i nostri giocatori. L’inazione è una scelta e fa male a coloro a cui teniamo”. Comprendeva un’immagine di alcuni dei personaggi LGBTQ+ in Apice con una dichiarazione aggiuntiva che si è conclusa con un tutto in maiuscolo “I diritti trans sono diritti umani”.

LEGGI ANCHE :  Cloud9 a piena forza trova la prima vittoria di LCS Summer Split dopo il ritorno di Berserker, Zven

Il tweet è la rappresentazione più recente dell’attrito tra EA e i dipendenti dei suoi studi sussidiari. Come riportato da Kotaku, il capo di Respawn Vince Zampella twittato ieri, “I diritti trans sono diritti umani. È così semplice. Respawn è cresciuta secondo i principi di diversità, uguaglianza e inclusione e si sforza di sostenere tali valori. Cerchiamo di essere esseri umani migliori”. Vicepresidente del franchising creativo per The Sims Lyndsay Pearson, che lavora per lo studio sussidiario di EA Maxis, ha realizzato a dichiarazione simile su Twitter.

LEGGI ANCHE :  Lucian è apparso in ogni singola partita di LCS e LEC durante i fine settimana di apertura di Summer Split 2022

I tweet hanno fatto seguito a un incontro interno presso EA che ha affrontato il silenzio dell’azienda su importanti questioni sociali come i diritti dei transgender e il diritto all’aborto, in particolare alla vigilia del mese del Pride. Il personale di EA è frustrato dal fatto che l’azienda non rilasci una dichiarazione pubblica a sostegno delle sue opinioni, a cui l’alta dirigenza di EA ha risposto che i diritti trans e il diritto all’aborto non hanno abbastanza supporto interno in tutta l’azienda per consentirne la pubblicazione posizione.

Secondo quanto riferito, i dipendenti hanno minacciato di abbandonare i piani non specificati di EA per il mese del Pride e temevano che la società avrebbe semplicemente “lavato con l’arcobaleno” il suo logo nel mese di giugno, dopodiché la società ha inviato un’e-mail ai dipendenti descrivendo in dettaglio ciò che potevano condividere sui social media per Pride . Sebbene l’e-mail “raccomandi vivamente” di partecipare ad “attività che vanno oltre il supporto verbale per Pride”, i dipendenti non sembrano essere soddisfatti dell’inerzia dell’azienda finora.

LEGGI ANCHE :  Daps sul passaggio a Liquid: "Voglio creare un buon ambiente di squadra in cui tutti i membri del team possano fidarsi di nuovo l'uno dell'altro"





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.