Seattle Surge ha soffocato i London Royal Ravens prima della fase 3 Major

Seattle Surge ha soffocato i London Royal Ravens prima della fase 3 Major


Seattle Surge ha sconfitto i London Royal Ravens 3-0 oggi per finire le qualificazioni della fase tre 4-1.

La Seatle Surge si è ripresa dalla Pro-Am Classic per finire le qualificazioni della terza fase in modo quasi impeccabile con una sola sconfitta contro la Toronto Ultra. Seattle, che non è riuscita a vincere una sola partita durante la Pro-Am Classic, ha cambiato le cose appena in tempo perché la Stage Three Major iniziasse nel girone dei vincitori.

Bocage Hardpoint ha aperto la serie al meglio delle tre serie e ha visto i Royal Ravens partire in svantaggio mentre i Surge aumentavano rapidamente il loro vantaggio. Anche se gli Hardpoint sono cambiati, Londra non è riuscita a prendere piede in tutta la mappa. Alla fine, il Seattle Surge ha preso la mappa 250-109. Seattle aveva il sopravvento sull’intera mappa, incluso il reparto uccisioni. Amer “Pred” Zulbeari è andato via con un 1.69 KD dopo aver perso quasi 40 uccisioni su Bocage.

LEGGI ANCHE :  Note sulla patch di aggiornamento di Fortnite V3.60

Con Bocage ora alle loro spalle, i London Royal Ravens si fecero avanti durante le prime fasi di Desert Siege Search and Destroy. Ma gli scontri a fuoco individuali hanno iniziato a seguire la strada del Seattle Surge e alla fine hanno costretto un round 11 nonostante Londra inizialmente fosse in vantaggio. È stata Seattle a vincere durante il round 11 per vincere la mappa 6-5 e salire 2-0 nella serie.

Berlin Control è stata la mappa finale della serie e il chiodo nella bara per i London Royal Ravens. Come durante il Bocage Hardpoint, Seattle Surge iniziò a uccidere i Royal Ravens, il che rese facile prendere il vantaggio nel Control. I primi due round di apertura del Control sono andati sulla strada di Seattle prima che abbiano spazzato via l’ultimo round vincendo 3-0 nel Control e nella serie.

LEGGI ANCHE :  Dota Arcade Deep Dive - DOTABUFF



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.