T1 Faker vuole vendicarsi dopo la sconfitta in G2 all’MSI 2022: “Devo arrivare [caPs] indietro”

T1 Faker vuole vendicarsi dopo la sconfitta in G2 all’MSI 2022: “Devo arrivare [caPs] indietro”


Una serie di vittorie ha dovuto terminare il primo giorno della Rumble Stage di MSI 2022, quando i G2 Esports europei e i favoriti dai fan coreani T1 si sono affrontati nell’apertura. Questa volta, Lee ‘Faker’ Sang-hyeok è atterrato croce. Tuttavia, mentre la corsa è finita, la pressione è ora diminuita negli occhi della star.

Era la grande trama che si dirigeva verso l’MSI 2022 Rumble Stage ⁠— probabilmente scritta da Riot per quanto fosse poetica. Due pesi massimi regionali, G2 Esports e T1, sono stati preparati a spezzarsi a vicenda nella gara di apertura al BEXCO davanti a migliaia di fan.

Per un momento, sembrava che la squadra coreana avrebbe continuato a dominare dai Gruppi. Dopo aver scacciato la concorrenza con facilità per la maggior parte e gli applausi che echeggiavano nella sala espositiva, sembravano un passo avanti in anticipo. Moon ‘Oner’ Hyeon-joon è scoppiato in lacrime mentre Viego, e il coro della folla si è alzato.

Tuttavia, le ruote si sono presto staccate e mentre la competizione di G2 Esports è andata avanti con un combattimento a squadre superiore, T1 non ha avuto una risposta e il loro record di 24-0 è stato messo a tacere.

Tuttavia, è solo il migliore di uno ⁠ — quelle perdite sono destinate ad accadere ⁠ — e il sempre premuroso Faker potrebbe vedere i lati positivi della battuta d’arresto.

“E’ un peccato che abbiamo perso contro G2 perché all’inizio eravamo in una posizione vantaggiosa”, ha detto a Dexerto. “Era la prima partita [of Rumble Stage] tuttavia, quindi è meglio per noi sapere che abbiamo qualcosa da imparare.

“Non abbiamo avuto troppa pressione dalla serie di vittorie consecutive, ma era la nostra prima partita in pochi giorni quindi eravamo un po’ nervosi. Anche noi non abbiamo giocato molto bene, ma non credo che sia stato a causa della pressione.

LEGGI ANCHE :  L'ADC più giocato della LEC Superweek

“Se giochi partite professionistiche, sai che a volte vinci e a volte perdi. Ecco perché non mi interessano troppo le statistiche. Finora siamo solo al Rumble Stage, quindi stiamo considerando questa come un’opportunità di apprendimento per noi, ecco perché non mi interessa troppo.

Non è come un 10 volte campione LCK, tre volte vincitore dei Mondiali e il più grande giocatore di tutti i tempi che si accontenta di qualcuno troppo facilmente. Probabilmente il giocatore che ha fatto sanguinare di più Faker è Winther “caPs” di Rasmus, che vanta un record di 9-3 contro l’Unkillable Demon King.

Il mid G2 aveva il numero di Faker nella loro prima uscita, chiudendo facilmente i girovaghi di Twisted Fate. Apparentemente ha acceso un fuoco Faker, che ha giocato un gioco ispirato di Zoe contro il PSG Talon per raggiungere il pareggio per la giornata.

Tuttavia, non ha potuto fare a meno di sorridere pensando di vendicarsi dei migliori della Danimarca.

“La nostra partita di vendetta contro G2 sarà tra pochi giorni, ma non volevamo aspettare, quindi abbiamo dovuto mostrare ai fan che avevamo qualcosa in serbo, quindi abbiamo giocato al meglio per la partita del PSG”, ha detto.

“Non credo che mi importi troppo delle statistiche, quindi non va verso nessuna rivalità, ma ho perso molto [to caPs] quindi significa solo che devo riaverlo la prossima volta che lo incontrerò.

Un decennio di Faker

Il 2022 segna un decennio della più grande star di League of Legends. Nove anni dopo il suo debutto davanti a un pubblico allora sconosciuto nel vecchio studio OGN, i fan non solo hanno conosciuto Faker, ma piccole parti di Lee Sang-hyeok.

LEGGI ANCHE :  La parte superiore è presente nella patch 7.31d

La sua passione per la lettura e i libri. La sua mancanza di bisogno materialistico. Quell’amato pollice in su.

È stato accompagnato dai fan per la maggior parte del tempo e guardando la folla al BEXCO con migliaia di persone che cantavano “T1 Fighting”, ha comunque mandato i brividi lungo la schiena.

“Abbiamo più tifosi qui, motivo per cui le partite sono più divertenti. Sono molto appassionati nel sostenerci, quindi ci ispira a impegnarci ancora di più “, ha detto.

“È passato un po’ di tempo dall’ultima volta che li abbiamo sentiti tifare per noi a causa di [the pandemic]quindi anche se prima era vecchio, ora è molto nuovo per me.

Mentre Faker ha vinto tutto ciò che si potrebbe desiderare, nulla è stato in grado di battere i massimi del suo debutto. Lo ha detto in un racconto con Inven durante l’MSI 2022.

Tuttavia, mentre Faker il giocatore sta avendo una battaglia interna con la sua commedia ⁠— Lee Sang-hyeok la persona sta finalmente iniziando a prosperare.

“Nel 2013 era il mio anno di debutto, quindi non mi importava molto di nient’altro ⁠— Ero solo concentrato sul gioco”, ha spiegato. “Tuttavia, ora ho molto a cui pensare e ho fatto molta strada come persona, quindi la mentalità che ho per affrontare le partite è diversa da allora.

“Il mio atteggiamento verso la vita in generale è cambiato.”

Faker seduto davanti alla rosa in uniforme T1
Lee Aiksoon per Riot Games

La visione di Faker sulla sua carriera è più olistica al giorno d’oggi.

Può aggrapparsi a quei primi anni, in qualche modo, attraverso i suoi compagni di squadra. Sta guidando un giovanissimo roster T1 nel 2022 che ha fatto esplodere i nervi nel 2021 e ce l’ha fatta durante la bassa stagione per decimare l’LCK.

LEGGI ANCHE :  Dota Arcade Deep Dive - DOTABUFF

Ha cambiato in qualche modo il ruolo di Faker all’interno della squadra. Non è più la stella splendente lampeggiante ⁠— ha i giovani appariscenti per quello. Ciò che fornisce è una vasta esperienza di gioco e un livello di capacità per cercare di mantenere tutti al lavoro.

“Quest’anno, rispetto ad altri anni, ho una squadra molto più giovane. Tutti loro sono molto gentili e appassionati del gioco, quindi la nostra pratica in generale è stata più divertente.

“Sono il maggiore, quindi ci sono punti in cui devo dare il buon esempio. Detto questo, ci sono posti in cui anch’io devo essere migliore. Tutti i miei compagni di squadra sono però molto maturi, quindi è facile guidarli come una figura paterna”.

Tuttavia, soprattutto per i risultati ottenuti nella Landa, Faker è stato piuttosto sincero quando ha riflettuto su ciò per cui vuole essere ricordato: “Vorrei, almeno per alcune persone, essere una persona stimolante”.

L’ispirazione arriva in molte forme, sia che si tratti del fandom che schiera i posti a BEXCO, o di un giocatore in coda da solo che vuole raggiungere i livelli più alti di League of Legends come il loro idolo.

Questo non vuol dire che si parli di cose che stanno per finire. Ma la prospettiva di Faker è lentamente cambiata nel corso del tempo, prendendo le cose come vengono ⁠— e per ora, ciò significa vendicarsi contro G2 Esports all’MSI 2022 e aggiungere un altro trofeo al suo caso il 29 maggio.

“Guardando al lungo termine, spero che potremo avere una buona Rumble Stage dove ci prepareremo bene per gli knockout. Per i nostri fan, spero che possiamo dimostrare che siamo una vera minaccia sulla scena internazionale”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.